Cerignola, sei arresti per furto aggravato ed evasione

Nel corso dei consueti servizi di perlustrazione, effettuati sia nel zone centrali di Cerignola che in quelle di campagna, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile e quelli del locale Comando Stazione hanno tratto in arresto, in tre distinte operazioni, 6 soggetti per furto aggravato ed evasione.

 

–        gli uomini del Nucleo Operativo, durante un servizio perlustrativo finalizzato alla repressione dei furti di olive, hanno arrestato BEDOUI FAOUZI cl. 74, ESSAIDI SAID cl. 75, ABDERRAHIM HEILOUA cl. 80, il primo cittadino tunisino e gli altri due cittadini marocchini, trovati in possesso di circa 10 quintali di olive. Dopo aver infatti accertato che le stesse erano state appena trafugate da un fondo agricolo sito in contrada olmo di Cerignola, venivano restituite al legittimo proprietario e i tre arrestati sono stati portati presso le proprie abitazioni in regime di arresti domiciliari, in attesa del giudizio di convalida;

–        i militari della Stazione Carabinieri di Cerignola, invece, traevano in arresto RUSSO GAETANO cl. 90, pregiudicato cerignolano, per il reato di evasione. Lo stesso, infatti, sottoposto agli arresti domiciliari per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale commesso nel luglio scorso, veniva trovato all’esterno della propria abitazione. Lo stesso veniva pertanto risottoposto agli arresti domiciliari;

–        sempre gli uomini della Stazione di Cerignola hanno poi arrestato anche tali ANTIRU VASILE cl.92, CRETU REMUS cl. 86, per furto aggravato di energia elettrica. Nel dettaglio, i militari, durante una perquisizione domiciliare, in collaborazione con una squadra operativa dell’ENEL, accertavano che i predetti si erano allacciati abusivamente alla rete elettrica, creando un danno di circa 1200,00 euro. Anche in questo caso gli arrestati veniva accompagnati presso il proprio domicilio in attesa del giudizio di convalida.

Trinitapoli: un arresto per detenzione ai fini di spaccio di cocaina e marijuana.

I militari della Stazione Carabinieri di Trinitapoli, al termine di un servizio di osservazione protrattosi sin dall’inizio del mese, hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente CAPODIVENTO ANTONIO cl. 67, pregiudicato trinitapolese. Lo stesso, infatti, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, veniva trovato in possesso di 15 grammi di marijuana, oltre che di un grammo di cocaina, e di tutto il materiale utilizzato per il confezionamento dello stupefacente stesso. L’arrestato veniva sottoposto agli arresti domiciliari.

Margherita di Savoia: un arresto per spaccio di cocaina.

Era da giorni che i militari della Stazione Carabinieri di Margherita di Savoia lo tenevano d’occhio. Dopo vari giorni di appostamenti e pedinamenti, i militari hanno tratto in arresto, per spaccio di cocaina, LEONE IGNAZIO cl. 62, pregiudicato locale. In particolare i militari, pazienti nell’attendere il momento propizio, intervenivano e bloccavano il Leone subito dopo aver notato lo stesso cedere qualcosa ad un terzo soggetto, riuscito a dileguarsi. A seguito di perquisizione personale venivano rinvenute indosso al Leone 10 dosi di cocaina, del peso totale di circa 2 grammi. Per tale ragione lo stesso veniva dichiarato in stato di arresto e sottoposto agli arresti domiciliari, come disposto dal P.M. di turno.

 
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x