A Stornara nasce l’oratorio, don Antonio: “”Iniziative di ampio respiro””

Stornara è in festa. Il giorno 19 Ottobre si è tenuto un importante evento, ossia l’apertura di un centro oratoriale attraverso il quale sia l’amministrazione comunale, sia il parroco auspica una forte affezione verso le generazioni attuali e future. La struttura adibita a Oratorio era in precedenza usata per le recite delle scolaresche della scuola dell’Infanzia e per i convegni che si tenevano occasionalmente durante l’anno.

 
Ora con l’apertura del Centro Polifunzionale, recentemente inaugurato, queste attività  saranno svolte in questo locale lì vicino lasciando un enorme spazio che si evince dalla planimetria, ossia 220mq, di cui 180 della sala spettacoli dove in questo periodo è ancora presente un palcoscenico, e i restanti mq adibiti a bagni, ripostigli e cucina. In merito a quest’ apertura abbiamo sentito  il sindaco Rocco Calamita, il quale  si è espresso così: All’interno della struttura, la parrocchia pianificherà  diverse attività  aggregative che prima non potevano essere svolte per mancanza di spazi ;queste attività  saranno interamente gestite dal parroco e dalle associazioni che solitamente lo affiancano. Si tratta di un passaggio importante, per favorire la promozione sociale e culturale del nostro territorio e per strappare dalle ˜logiche della strada’ tanti ragazzini che adesso potranno contare su una nuova struttura di riferimento .
In conclusione il primo cittadino di Stornara afferma: I locali di Via Campo Sportivo  rimarranno nella disponibilità  della chiesa fino a quando troveremo dei locali ancora migliori. Sarà  sicuramente un luogo aperto alla comunità , alla città , ai giovani, ai ragazzi e alle loro famiglie. Sarà  la casa di tutti, una grande occasione cristiana e sociale per la crescita umana delle nuove generazioni. Don Bosco diceva che dalla buona o cattiva educazione della gioventù dipende un buon o triste avvenire della società . Ed è ciò che per il benessere e il futuro di Stornara mi auguro possa accadere.
Dopo è stato intervistato anche il prete della chiesa locale, il sacerdote Don Antonio Mottola, il quale oltre ad essere responsabile dell’oratorio, sorto, è stato nominato anche Vicario della Forania di Sant’Antonio. In merito a quest’ultima nomina il parroco ha risposto così : Per quanto concerne la nomina Vicario Foranio si deve intendere un responsabile a livello zonale che combacia con i Cinque Reali Siti . A livello ecclesiale si chiama Vicaria di Sant’Antonio di Padova, perchè Sant’Antonio di Padova è il patrono di Ortanova, che fa un po’ da capofila a tutti e cinque i Reali Siti; La responsabilità  del Vicario Foranio consiste nel coordinare e ordinare a livello vicariale il lavoro pastorale della diocesi, dato da un piano pastorale che il Vescovo ci ha consegnato con la sua prima lettera pastorale, il cui intento principale è scoprire sempre più e meglio l’essere Chiesa in ascolto di Dio e degli uomini. Il grande impegno pastorale che deve essere promosso livello vicariale è proprio cercare di dare un’identità  più chiara, più nitida del nostro essere Chiesa di Cristo nel nostro territorio con tutto quello che concerne il discorso di ordinamento con gli altri parroci della Diocesi che vivono in questo nostro territorio””.
Riguardo l’Auditorium che si è trasformato in Oratorio il Parroco si è espresso così : Questo è un elemento che si sta già  da un anno portando avanti , perchè la richiesta di avere dei locali da adibire ad Oratorio parte dall’anno scorso ; Ieri abbiamo sottoscritto Io e il Sindaco un comodato d’uso per Nove Anni di questo locale per il bene della comunità  tutta ; L’Oratorio non sarà  un luogo dove si ritroveranno solo alcuni ma abbraccerà  tutte le fasce d’età  dai bambini fino agli adulti . Stiamo approntando un’altra condizione importante di questa realtà  oratoriale, collegandoci con l’ANSPI, cioè un’associazione nazionale San Paolo in Italia che dà  orientamento a tutti gli oratori italiani, anzi avremo anche la possibilità , sottoscrivendoci e quindi inserendoci in questa realtà , di avere un’assicurazione circa quello che sarà  tutto l’attivismo, dallo sport, dalla musica e dal teatro. Avremo anche la garanzia assicurativa nel caso in cui qualcuno possa farsi male, potrà  essere aiutato . Non partiremo con dei progetti che saranno localistici, ma faremo anche un discorso a livello  di grande respiro zonale che nella nostra diocesi già  quattro paesi sono partecipi dell’ANSPI, fanno capofila Candela, Ascoli, Carapelle e Ortanova e adesso si collegherà  anche Stornara.Con il responsabile di zona, Don Ignazio Pedone faremo tutto un cammino proprio a livello di Diocesi , ma poi anche  a livello nazionale , avremmo aiuti a livello italiano circa questo cammino di vita oratoriale a 360° .  Questo evento è l’inizio di una genesi che porterà  a uno sviluppo sociale, educativo, affettivo e mentale per i bambini, i ragazzi di oggi, quelli di domani che saranno il futuro di questo piccolo paese della provincia di Foggia , giovani e adulti tutti .

Salvatore Cuccia
 
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x