Volevano gli assessorati, tra gli ex (o ipotetici) mettiani finisce a pesci in faccia

Oggi iper critici nei confronti dell’attuale amministrazione di Franco Metta. Ieri invece iper-mettiani, mutuandone maniere e difendendolo in ogni occasione. Poi qualcosa s’è rotto ed oggi i loro commenti facebook sono tra i più feroci ed anti-governativi. Cosa è cambiato negli equilibri e nei rapporti del Cambiamento?

 
I diretti interessati fuoriusciti dalla Cicogna o possibili alleati si attengono agli scarsi risultati di una amministrazione che avrebbe dovuto cambiare il volto della città , ma che per certi versi è addirittura peggiorata. Il sindaco Franco Metta, invece, attraverso il sito de La Cicogna, dà  un’altra interpretazione della scissione dai suoi ex compagni di viaggio.

Filippo Moccia voleva fare l’ Assessore. Quando me lo chiese mi sganasciai dalle risate. E lo mandai a fa¦.cebook. Lucia Lenoci si sentiva già  assessore. La mandai a fa¦.cebook. Saverio Mennuni si faceva chiamare assessore. Lo mandai a fa¦.cebook. Francesco Di Santo voleva un incarico con stipendio. Lo mandai a fa¦.cebook. Adesso capite che ci fanno questi su fa¦.cebook, scrive il primo cittadino. Per alcuni di loro l’attivismo, sotto altre forme, non è terminato. Lenoci e Disanto sono stati i promotori del corteo No Fumi tossici: l’organizzazione è riuscita a portare pochissima gente in strada, a dispetto del tema serio. Se la politica per loro può dirsi finita, però, l’attivismo per fortuna rimane, anche se tra pochi intimi.

Disanto si prende le distanze dalla ricostruzione del sindaco: è assolutamente falso quello che afferma l’avv. Franco Metta in merito ad una mia presunta richiesta di incarico retribuito. Mi riservo di agire nelle sedi competenti per tutelare la mia reputazione personale, professionale e politica, in qualità  di leader ed ex candidato Sindaco di Cerignola. Non accetto di essere associato alla sua figura per mero strumentalismo politico e mi dissocio da ogni sua affermazione diffamatoria nei miei confronti!.

Ma a corto giro arriva anche la dichiarazione di Francesco Grieco, già  candidato sindaco per il Movimento 5 Stelle di Cerignola: L’attuale sindaco mi fece chiamare durante le amministrative al secondo turno (ballottaggio), voleva i voti del movimento 5 stelle, gli dissi che i voti dei cittadini erano liberi e lo mandai a fa…..cebook. Ecco perchè ci sta pure lui.
 

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x