Società  spaccata e fuga di giocatori. Audace, che ti succede?

La prima sconfitta che interrompe la serie positiva di 84 partite vinte consecutivamente, tra coppe e campionato, spalanca le porte della crisi in casa Audace Cerignola. Abbandonato il sogno della Coppa Italia d’Eccellenza per mano del Vieste “ la vittoria del trofeo avrebbe consentito il passaggio di categoria, mentre ai quarti oggi ci vanno i garganici- il presidente Nicola Grieco ha messo mano all’organigramma gialloblu. Un gesto inaspettato che ha innescato una reazione a catena di addii anticipati e polemiche dimissioni.

 

Quella gloriosa macchina da gol, supportata da una società  salda e forte con grandi capacità  di investimento, sembra sfaldarsi proprio nel giorno della prima sconfitta dopo oltre ottanta gare. A farne le spese, per primo, è stato il mister Massimo Gallo. Un incontro faccia a faccia con la dirigenza, per valutare prima di tutto questo avvio di campionato.

L’inizio della stagione non è stato complicato, considerata la vittoria di misura contro l’Hellas Taranto. Poi la debacle in Coppa Italia, inaspettata perchè i gialloblu avevano messo in cassaforte il passaggio del turno con la vittoria del match d’andata fuori casa. Al Monterisi è cambiato tutto. E di pari passo si sono incrinati i rapporti nell’organigramma del team dei Grieco. Al momento non si conoscono le ragioni della scissione, anche se le voci si rincorrono e fissano i primi dissapori già  ad inizio estate, quando c’è stata da costruire la rosa che avrebbe affrontato la stagione 2016/2017, con prese di posizioni distanti tra i due tronconi della società : la proprietà  e lo staff tecnico.

Fonti vicine alla società  parlano di problemi irrisolti che affondano le radici già  durante la campagna acquisti. Difficile pensare che la testa di Gallo possa essere caduta solamente a causa del primo risultato negativo dopo 84 turni storici ed oltre ogni aspettativa. Una rosa molto ampia, forse in eccesso rispetto alla categoria; una squadra dei record che avrebbe dovuto però rinnovarsi negli effettivi con qualche innesto di categoria superiore. Ed è per questo, stando alle prime ricostruzioni, che oltre alla testa di mister Gallo è saltata anche quella del direttore sportivo Piero Castellano, tra coloro che hanno curato il mercato.

A loro va “ dice il presidente Grieco attraverso una nota- il sentito ringraziamento per il lavoro svolto in questi anni e l’augurio di migliori fortune. A breve sarà  comunicata la designazione del nuovo allenatore: temporaneamente il gruppo sarà  affidato a Giuseppe Crudele, responsabile della Juniores. Ulteriori provvedimenti poi interesseranno gran parte degli atleti. A stretto giro, ieri, sono arrivate anche le dimissioni del vicepresidente Luca Amoruso: Rimetto le mie irrevocabili dimissioni da ruolo di vice Presidente dell’Audace a causa delle avvenute divergenze in merito alle scelte poco affini alle mie idee ed esperienze calcistiche. Auguro all’Audace e alla futura, senz’altro, competente dirigenza di regalare alla città  record e risultati entusiasmanti come quelli ottenuti in questi anni””. Il caos nell’Audace, però, riguarda anche i calciatori.
La diaspora continua nella giornata di ieri, con l’addio alla squadra dell’attaccante Flavio Amoruso: Motivi familiari, è la spiegazione. Torna a casa anche Angelo Colella, che ha vestito la maglia gialloblu per appena 60 giorni: Si conclude dopo appena due mesi l’esperienza in maglia gialloblu per Angelo Colella: per ragioni squisitamente personali, il centrocampista ha chiesto di poter ritornare all’Atletico Vieste, la squadra di provenienza dell’atleta, ottenendo lo svincolo. Sugli effettivi motivi della rivoluzione vige il mistero, anticipato da un silenzio stampa imposto a margine del match contro la squadra garganica. Scintille tra presidente e i suoi collaboratori è la tesi più accreditata al momento, con una squadra che per ripetere le imprese degli ultimi due anni potrebbe faticare molto di più se non dovesse mettersi subito in riga, dicono fonti interne.

Per il momento si è alla ricerca del sostituto di mister  Gallo. Diversi i nomi che circolano nell’ambiente: dal ritorno di Mimmo Di Corato (non proprio amato dalla tifoseria) a Pino Lo Polito, salvo colpi di scena perchè pare che si stia sondando il terreno anche altrove. Nel frattempo ieri il presidente Grieco ha voluto incontrare la squadra: l’obiettivo rimane la promozione e in questa fase sarà  Pinuccio Crudele, allenatore della juniores, a traghettare la squadra prima che arrivi il sostituto di Gallo, la prossima settimana.

C’è smarrimento e preoccupazione, allo stadio e tra i supporters gialloblu. Dopo le strepitose promozioni consecutive, arriva la rivoluzione in casa Audace a campionato già  in corso e dopo appena una giornata effettiva di campionato fioccano esoneri e dimissioni. Nel frattempo l’allenamento al Monterisi previsto per questo pomeriggio si svolgerà  a porte chiuse. C’è comunque da pensare alla seconda di campionato, la sfida casalinga che servirà  a testare se il terremoto nel Cerignola avrà  avuto il potere di produrre macerie o utili assestamenti.
 
 

 

 
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x