Parentopoli infinita: soldi alla lavanderia della moglie del consigliere

Ancora una parentopoli in Comune. Non bastava il caso Marino e Bonavita, non bastavano le polemiche nate intorno all’assegnazione dell’appalto della villa comunale dato alla suocera del consigliere Erinnio; non bastavano nemmeno le consulenze legali di famiglia.

 
Il nuovo scandalo denunciato da Maria Dibisceglia riguarda il settore sicurezza ed in particolar modo la determina con la quale il dirigente Francesco Delvino dispone attività  di lavaggio delle divise del corpo di polizia municipale, che dirige da poco più di un anno.

I panni sporchi si lavano in casa, ironizza la consigliera di opposizione, visto che Con determina firmata dal Dirigente Delvino è stata individuata una lavanderia per il lavaggio delle uniformi dei Vigili Urbani. Indovinate un po qual è? O forse nell’ era del cambiamenDo la domanda da porsi è: a chi è parente? L’ amministrazione ha impegnato la spesa complessiva di ‚¬ 4.026,48 Iva inclusa, a favore della ditta “”Lavanderia Milena””. Ebbene si, dopo la figlia dell’ Assessore, la moglie del Consigliere Comunale Marinelli Luigi. Ovviamente con un affidamento diretto!, conclude la piddina. Briciole su briciole, commenta.
Nel frattempo in mattinata il PD ha protocollato richiesta di autoconvocazione per discutere in consiglio di un altro caso di parentopoli: Marino e Bonavita. I due, rispettivamente assessore e consigliere, erano finiti al centro delle polemiche per il corso Cerignola SiCura, con soldi girati all’attività  del consigliere e di conseguenza rigirati alla figlia della titolare della delega al bilancio. Un fatto che, a parte Bonavita, nessuno ha inteso spiegare.
“”Andremo quindi in consiglio comunale – dichiara il capogruppo Pd Daniele Dalessandro- perchè questa distribuzione di mance deve finire. Stiamo assistendo ad una serie di affidamenti disinvolti destinati ad amici e parenti, mentre agli altri cittadini si chiedono sacrifici e sforzi o li si tratta come una mucca da mungere (vedi abbassamento limiti di velocità  cittadini). In tutto questo, il dirigente Delvino sembra trovarsi a proprio agio nel distribuire incarichi ai suoi compagni di amministrazione, che pare abbiano perso il senso della misura e della vergogna””.
 

 

 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x