I giostrai donano i biglietti ai meno abbienti e devolvono parte dell’incasso ai terremotati

Un’iniziativa frutto della sinergia dell’Amministrazione Comunale e della grande armonia con l’Associazione dei Giostrai: la decisione di donare ai meno abbienti i biglietti di solito riservati all’Amministrazione Comunale, che li destinerà  ai minori facenti parte di nuclei familiari con situazioni di particolare disagio finanziario, è infatti un traguardo che inaugura una nuova stagione di solidarietࠝ.

 
Così l’Assessore alle Politiche Sociali, Rino Pezzano, dopo una riunione che si è svolta stamattina per la definizione di alcuni aspetti importanti in previsione dell’imminente Festa della Santa Patrona. Mi preme ringraziare il Sindaco e il comandante della polizia municipale Franco Delvino “ prosegue “ per la condivisione e il contributo determinante che hanno dato per il raggiungimento dell’obiettivo.

I criteri per individuare i beneficiari “ spiega Pezzano “ verranno individuati di concerto tra il Terzo Settore e i Servizi Sociali durante un incontro previsto domani mattina alle 11.30 nella Sala Giunta.
Inoltre “ aggiunge l’Assessore “ si è deciso di dedicare la mattinata di sabato 10 settembre alle persone con disabilità  le quali, con la collaborazione delle Associazioni e Cooperative di riferimento, potranno usufruire delle attrazioni ludiche in maniera del tutto gratuita.
Infine “ conclude Pezzano “ l’Associazione dei Giostrai su propria iniziativa devolverà  parte dell’incasso dei cinque giorni di festa alle popolazioni del Centro Italia colpite dal sisma. La somma da destinare ai terremotati verrà  versata sul Fondo di Solidarietà  appositamente predisposto dall’Amministrazione Comunale””. Questa iniziativa avvierà  il “”Settembre della Solidarietà “”, ideato dall’assessorato, in collaborazione con l’Agenzia “”Cerignola Produce””, presieduta dal consigliere delegato al commercio Vincenzo Specchio, e le Associazioni di volontariato del territorio.
 

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x