Arrivano le firme: Pezzano vicesindaco, alla Zampa pure la sicurezza (e rinuncia al consiglio)

Cambia la giunta di Franco Metta. Sono arrivate in mattinata le firme di Rino Pezzano e Pia Zamparese. Il primo ha sottoscritto il decreto di nomina incassando anche la delega dei servizi sociali, Piani di Zona, Infrastrutture sociali, Formazione e politiche del lavoro.

 

La seconda, invece, oltre a mantenere le Attività  Produttive e l’arredo urbano, avrà  la delega alla programmazione, alla Polizia Municipale e alla Sicurezza e dovrà  quindi lavorare fianco a fianco con il comandante dei vigili urbani Francesco Delvino.  Nel frattempo Zamparese, che garantirebbe anche un ponte con l’altra parte del consiglio comunale che fa riferimento a Forza Italia, ha firmato anche le dimissioni da consigliere comunale.
Con l’ingresso di Pezzano in giunta, infatti, la titolare delle attività  produttive sarebbe scattata come prima dei non eletti: per questo ha dovuto rinunciare al seggio preferendo il posto nella cabina di regia. A subentrare sarà  Antonio Limotta di Cerignola Democratica.

Rimane invece “ e ancora- vuota la casella della cultura, formalmente nelle mani del sindaco, dopo le dimissioni di Giuliana Colucci. Quella postazione dovrebbe andare al gruppo che fa capo a Teresa Lapiccirella, Antonio Bonavita e Samuele Cioffi (quest’ultimo avrebbe ambizioni da presidente del consiglio), solo che i tre non riescono a fornire un nominativo convincente (pare che Bonavita abbia addirittura proposto un profilo fin troppo familiare). L’ala che fu di Cerignola Democratica, prima delle diaspore che hanno decretato una galassia di micropartitini, fa incetta di incarichi: Leonardo Paparella rimane presidente del consiglio, Rino Pezzano diventa vice sindaco e Zamparese conferma con l’aggiunta della sicurezza. Quella lista, prima di sciogliersi e disperdersi, portò alla causa di Franco Metta circa 1500 voti.
Commenta così Rino Pezzano: “”Mettersi al servizio della propria Città  e della propria comunità  è sempre un onore, da qualsivoglia osservatorio lo si faccia. L’impegno, la passione e la determinazione non mutano. Si eleva piuttosto l’asticella della responsabilità . La stessa che sento di poter garantire sin da oggi, assieme a principi come serietà  e onestà  che da sempre contraddistinguono la mia persona ed il mio lavoro.  Nella vita privata come in quella pubblica. Ringrazio il sindaco, Franco Metta, per la fiducia accordatami””.
 
 
 

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x