Sequestrata autodemolizione-bunker del valore di 2 milioni di euro

Agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cerignola, agli ordini del Vice Questore Aggiunto Loreta Colasuonno, coadiuvati da personale della Polizia Provinciale di Foggia e del Reparto Prevenzione Crimine di Bari, in data di ieri 31  maggio, hanno eseguito un controllo all’interno di una grande azienda dedita alla demolizione di veicoli pesanti, sita sulla S.P. 95 bis in direzione Canosa di Puglia, col fine di reprimere il dilagante fenomeno di ricettazione e riciclaggio di veicoli provento di furto.

 
Nel corso del controllo, il personale del Commissariato P.S. di Cerignola, ormai specializzato del settore, rinveniva numerose cabine di camion aventi le targhette identificative palesemente contraffatte.  Approfondendo il controllo, si aveva modo di appurare che, sotto il cassone di un camion, opportunamente occultata, vi era una botola larga circa 1 metro e lunga circa due metri, dalla quale si accedeva ad un vero e proprio BUNKER, di circa 20 m2, all’interno del quale erano stati occultati 10 motori di veicoli pesanti, tutti di nuova immatricolazione, anche questi con le targhette identificative asportate.

La Polizia Provinciale, per quanto concerne le proprie competenze, accertava e contestava violazioni amministrative per incompleta tenuta del registro di carico e scarico dei rifiuti speciale/pericolosi.

Tutta l’area, per un totale di circa 7000 m2, veniva sottoposta e sequestro probatorio unitamente alla merce rinvenuto, per un valore totale pari a circa 2.000.000 di euro

Sono in corso gli accertamenti sui mezzi e motori in sequestro.

Pertanto, si procedeva alla denuncia della titolare C.C. cl.1994 e del materiale gestore L.C. CL.1974, rispettivamente figlia e padre, quest’ultimo pregiudicato pregiudicato anche per reati specifici.

{gallery}ric{/gallery}
 
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x