Previeni giocando, premio al II Circolo Didattico Marconi

Negli Stati Uniti, ci ha pensato lei, la first lady Michelle Obama, a bacchettare sonoramente, con grande dispendio di forze e risorse, i bambini troppo grassi per lo scorretto stile di vita alimentare.

 
A Cerignola, con i dovuti ridimensionamenti del caso, ma non con minore impegno, ci ha pensato lei, la dirigente scolastica Luigia di Staso, ad avviare un percorso che portasse i piccoli studenti ad una presa di coscienza dei problemi del cibo spazzatura e della necessità  dell’attività  fisica. Percorso che è culminato con la cerimonia di premiazione di una classe, la quinta A, che ha coinvolto i’intera interquinta dell’istituto, presso l’Aula Magna dell’istituto Marconi. La chiusura dell’anno scolastico in corso è coincisa con la fine di un progetto, iniziato ad ottobre 2015, durante il quale le quinte hanno compiuto viaggi didattici presso gli stabilimenti della Silac e Granoro, oltre che presso l’azienda Gaudiano e una capatina al locale Interspar, in cui hanno imparato a valorizzare i prodotti freschi.

Tutto è iniziato da una visita dei medici dell’Asl, l’anno scorso, che hanno constatato, in una serie di test antropometrici, una preoccupante epidemia di sovrappeso dei piccoli studenti della Marconi.

Il progetto ha coinvolto sei paesi pugliesi, tra cui oltre al nostro Barletta, San Giovanni Rotondo, Corato, Foggia e Giovazzo, ma rientra fra le intenzioni degli estensori allargare il raggio d’azione ad altre cittadine ed altre regioni. La collaborazione ha visto tra i partecipi il Lion Club di Cerignola, che conduce iniziative di prevenzione del diabete, e la Maiora Srl, società  nata nel 2012 con il target della grande distribuzione nel sud Italia, con il marchio Interspar.

Ma non solo marchi, ma anche professionisti validi e al servizio gratuito della scuola, tra i quali i dott. Salvatore Fiorino, laureato in Scienze motorie, la pediatra Pamela Vitullo e la nutrizionista dott.ssa Paola Parracino. Professionisti che, nella duplice veste di esperti e genitori, hanno tenuto un seminario sugli obiettivi del progetto qualche settimana fa.

La scuola entra in dotazione di un ipad e due computer, che giungono particolarmente graditi, dopo la serie di furti perpetrati ai danni dell’istituto.

Ad aprire la cerimonia una toccata e fuga del sindaco avv. Franco Metta, richiamato dagli impegni istituzionali presso il Palazzo di Città , dove quasi in contemporanea si è svolta l’inaugurazione dell’impianto fotovoltaico del comune, ma che ha lasciato a presidiare la zona il consigliere di maggioranza, Stefano De Monte.

La dirigente Di Staso si è espressa così alle nostre domande.

Proprio quest’anno, in base del Pof e del piano di miglioramento, abbiamo deciso di focalizzare in maniera trasversale, interdisciplinare, i due schemi, alimentare e motorio. Abbiamo esteso l’educazione motoria in tutte le classe, lo facciamo da anni. Abbiamo anche adottato il progetto per tutte le classi, da anni ormai, il progetto Frutta nelle scuole, cui i bambini a volte sono ostili.

L’istituto Marconi ha dato alla cittadinanza un bell’esempio di scuola dalle porte aperte al territorio, che pone i sui scopi nel tessuto della realtà  urbana, attraverso progetti di sostanza.
Enrico Frasca
 
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x