#sifaperridere Così sarà  il nuovo ospedale Tatarella

State tranquilli: il Tatarella non chiude, lo stanno solo riorganizzando. Ecco a chi saranno affidati i reparti.

– ORTOPEDIA: muratori e macellai. I primi si occuperanno dei gessi e confermano la supremazia locale del settore del mattone. I secondi c’erano già  prima e restano al loro posto.

 
– OTORINOLARINGOIATRIA: ricchioni e cocainomani. I primi potranno finalmente farsi benvolere dalla retrograda popolazione autoctona contribuendo al bene comune occupandosi delle recchie. I secondi rientrano in un programma di recupero dalla tossicodipendenza fatto a cazzo. CHIRURGIA: il dottor Frankenstein. Sì, è vero, non esiste realmente. Proprio come il reparto di chirurgia. PRONTO SOCCORSO: Sasha Grey e Rocco Siffredi. Rispettivamente per uomini e per donne. Si prevede un aumento di malori, incidenti, ecc. NEONATOLOGIA E PEDIATRIA: preti. E io brucerò all’inferno per questa battuta. OCULISTICA: guardoni. Accuratamente selezionati nel Rione Fornaci. SENOLOGIA E OSTETRICIA: io. Sì, lo so, è un grosso sacrificio occuparsi di due reparti contemporaneamente, ma è l’Europa che me lo chiede. Dai 18 ai 39 anni non si butta via niente, dai 40 in su si valuterà  caso per caso.

E comunque, il Tatarella non chiude solo perchè ci metteranno la Coppa Italia dell’Audace in esposizione permanente.

Il nuovo Tatarella. Non preoccupatevi, siete in ottime mani.
Giovanni Soldano
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x