Baraccopoli e scrittori, il sostegno della politica

Chiediamo alle Autorità  competenti di verificare il possibile nesso tra le minacce ricevute da Leonardo Palmisano e Yvan Sagnet e il rogo della baraccopoli di Rignano e che si acceleri l’Iter di discussione del ‘Ddl anti-caporalato’, attualmente in esame al Senato””.

 
E’ la richiesta dei deputati del M5S della Commissione Agricoltura che dichiarano il loro sostegno ai due autori di Ghetto Italia, vittime di intimidazioni mafiose pochi giorni prima della distruzione in un incendio dei ghetti di Rignano e quello dei lavoratori bulgari vicino Manfredonia.
“”Ricordiamo inoltre “ continua Massimiliano Bernini, portavoce del gruppo 5 stelle – che contro lo sfruttamento del lavoro nero in agricoltura c’è già  una risoluzione unitaria, a cui il Movimento 5 stelle ha contribuito con diverse proposte. Tra queste ricordiamo: il cosiddetto ‘numero rosso’, un recapito telefonico nazionale di utilità  sociale presso il Ministero del Lavoro attraverso il quale i cittadini italiani e stranieri potranno denunciare condizioni di maltrattamenti e abusi sui luoghi di lavoro; la messa a sistema di tutte le banche dati nazionali esistenti (ministero del Lavoro, Agenzia delle Entrate, Agea, Inail, Inps e Centri per l’impiego); l’adesione alla Rete del lavoro agricolo di qualità  solo per quelle aziende che rispettano il contratto collettivo nazionale””. Il sostegno dei deputati del M5S si aggiunge a quello dei deputati Sel, del segretario regionale di Sel Nico Bavaro, del senatore Dario Stefà no e dell’europarlamentare Pd Elena Gentile.
Lucia Pepe
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x