Amato promosso: il suo stipendio passa da 6mila a 8mila euro al mese

Ha fatto discutere, e ha comportato una segnalazione alla Corte dei Conti, il bonus concesso a settembre a Salvatore Amato, capo di gabinetto scelto da Franco Metta e premiato alle ultime elezioni con poco più di 60 voti nelle liste de i-Cattolici.

 

Oltre allo stipendio da ‚¬ 2.095,29 lordi mensili più tredicesima mensilità  e assegni familiari se ed in quanto dovuti, l’uomo del sindaco ha già  goduto di un ricco supplemento di 12 mila euro fino a dicembre 2015, portando a circa 6000 euro l’indennità  mensile.

Oggi non solo l’incarico ad Amato viene rinnovato, ma la sua figura è equiparata a quella di dirigente (solo nello stipendio) con la retribuzione parametrata a quella dirigenziale, dando atto che il contratto rinnovato sarà  risolto di diritto alla scadenza del mandato amministrativo, o anticipatamente, così come previsto per legge, nell’ipotesi in cui il Comune dichiari il dissesto, versi in situazioni strutturalmente deficitarie o, comunque, nell’ipotesi di anticipata cessazione del mandato del Sindaco. Dunque, il suo contratto si trasforma da semplice uomo dello staff a contratto da dirigente. Dunque, per lui, da 6mila si passa a circa 8  mila euro al mese.

Nel frattempo anche il comandante Francesco Delvino, con uno stipendio lordo di 106mila euro, godrà  del rinnovo. A far discutere, al momento della nomina, furono soprattutto gli inciampi giudiziari.
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x