Volgarità  su Facebook, Mirra scrive a Metta: “”Faccia l’uomo, non è difficile””

è stato un consiglio comunale ad alta tensione, quello di ieri. Non solo l’interruzione per 10 minuti della seduta (ormai consuetudine ai tempi dell’amministrazione del Cambiamento), ma il giorno dopo gli animi sono ancora tesi.

 
E a spendersi in linguaggio inappropriato è Franco Metta, attraverso il suo profilo Facebook, che è la fonte istituzionale di informazioni della giunta.
Demente, servitorello, ragazzotte maleducate riferito al pubblico, catarroso rottame sono solo alcuni degli epiteti comparsi sulla bacheca virtuale del primo cittadino di Cerignola.Sembra ormai una tecnica collaudata: ogni volta che l’amministrazione è in difficoltà , il tema si sposta sul linguaggio “ per lo più volgare- della istituzione.
Sull’argomento interviene la consigliera Annamaria Mirra, del Partito Democratico: Sig. Francesco Metta, quello che scrive vale a cogliere la differenza esistente tra Lei e i sindaci che l’hanno preceduta. Da cittadina prima e da consigliera poi, La esorto ad un contegno verbale e gestuale rispettoso e consono al ruolo che riveste sia sui social sia in consiglio comunale dove la supplico, con immenso fervore, di non nominare più il nome di Dio invano come ha fatto per ben due volte ieri sera. Sono costretta, dopo il quinto consiglio comunale, a dover pubblicamente constatare che i suoi comportamenti e quello che scrive sono densi di una volgarità  e aggressività  che minacciano quotidianamente la pace di questa comunitࠝ. Il vero cambiamenDo che ha ingenerato è questo : l’odio e la sterile polemica tra le persone. Mi permetto di invitarLa alla calma e- prosegue Mirra- con l’inizio dell’ Avvento ( Lei che è molto cattolico può comprendermi ), Le auguro di predisporre l’animo alla gentilezza e alla bontà  propri del buon padre di famiglia, sentimenti che un primo cittadino deve avere per poterli trasmettere ad una città  come Cerignola, che si caratterizza spesso per un alto tasso di aggressività . Quanto a me, nella mia qualità  di rappresentanza della opposizione di questo paese, in rifermento a quanto nel complesso da Lei scritto lascio che siano le sue stesse righe a commentare.La comunità  di un paese è come una famiglia. Faccia il padre. Faccia l’uomo, credo che non sia così difficile. Cominci ora per il bene di questa comunitࠝ, conclude la consigliera.
 

 
 
 

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x