Patto dell’Oasi, Sgarro: “”Ma di cosa dovremmo vergognarci?””

Il candidato Tommaso Sgarro commenta l’incontro avvenuto ieri sera presso l’Oasi di Claire, quando è stato immortalato, insieme alla europarlamentare Gentile, accompagnato da esponenti di centrodestra in un summit serale. Quello che è stato definito il Patto dell’Oasi.

 

Le foto scattate clandestinamente ieri sera si riferiscono ad un incontro pubblico (senza cena) del Nuovo Centro Destra di Cerignola, al quale sono stato invitato insieme all’on. Gentile per illustrare anche ai militanti di quel Partito le scelte politico programmatiche della coalizione di centrosinistra e del candidato Sindaco per il rinnovando governo della Città . Scelte, giova sottolineare, in ragione delle quali i vertici di quel Partito avevano già  liberamente e pubblicamente indicato il proprio sostegno al candidato Sindaco Tommaso Sgarro. E ciò, nella conferma della propria autonomia e identità  politica, e senza alcuna contropartita, sostiene il giovane candidato.

Che aggiunge: Di che cosa dovremmo vergognarci?La verità  è che noi continuiamo a parlare di programma e progetto di Città . Noi Cerignola vogliamo unirla, bonificarla dai veleni ambientali e politici, sprovincializzarla. E per questa via raccogliamo consensi e solidarietà  politica. Dall’altra parte “ non ce ne vogliano ma è la realtà  dei fatti – si continua con gli scoop farlocchi e l’infantilismo politico, osserva Sgarro.

Poi l’appello: E’ troppo chiedere, nell’interesse generale di Cerignola, che questi ultimi giorni di campagna elettorale siano vissuti in una dialettica delle posizioni – anche dura e intensa – ma scevra da livore e nel rispetto reciproco?. Una richiesta che difficilmente sarà  accolta.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x