Cimitero: la Sceap di Andria si aggiudica i lavori

Sarà  la ditta Sceap  Srl di Andria a realizzare i lavori di ampliamento del lato est del Cimitero di Cerignola e a gestire l’intero complesso. Con una apposita determinazione firmata dall’ingegner Clorindo Izzillo, Dirigente del Settore Lavori Pubblici e Manutenzione, l’Amministrazione Comunale ha preso atto della regolarità  della procedura di gara seguita e ha aggiudicato all’azienda andriese l’appalto.

 
L’importo a base d’asta è di 11.500.000 euro, oltre a 345.000 euro per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso d’asta, e 450.000 euro  di gestione e manutenzione, e che avrà  durata venticinquennale (due anni per la progettazione e l’esecuzione).
Il tutto avviene dopo un lungo iter, partito nel 2002 durante  il primo mandato da sindaco di Antonio Giannatempo, quando una delibera di Giunta aveva sancito l’avvio del programma per la realizzazione di tombe di famiglia nell’area individuata dal PRG per l’ampliamento del cimitero, nonchè le viabilità  principali e secondarie, i parcheggi e la sistemazione delle fasce di rispetto. Dopo numerosi altri passaggi amministrativi, nel giugno del 2013 la Giunta aveva approvato il progetto preliminare redatto dall’Ufficio Tecnico, al quale avevano lavorato in qualità  di progettista l’ingegner Custode Amato, Dirigente dell’Ufficio Edilizia Privata;  l’ ingegner Clorindo Izzillo, Dirigente dell’ Ufficio Lavori Pubblici e Manutenzioni come responsabile unico del procedimento, e la dottoressa Giuseppina  Marinaccio, specializzata in attività  giuridico – amministrative. Un piano incentrato sull’ affidamento dei lavori ad un concessionario mediante la tecnica del project financing, e che prevede l’accesso all’area destinata all’ampliamento attraverso l’attuale ingresso monumentale; mediante viabilità  perimetrale di progetto e un parcheggio contiguo destinato ai visitatori del cimitero, con la possibilità  di realizzare successivamente un secondo ingresso monumentale con relativi nuovi servizi.
Si creeranno insulae delimitate da vialetti percorribili da pedoni e dai mezzi di servizio del cimitero. Nella parte centrale, in corrispondenza dell’eventuale nuovo ingresso monumentale, è prevista un’area che potrebbe ospitare monumenti a personaggi illustri e/o a fatti di rilievo storico. Le diverse zone verranno delimitate in riquadri ordinati che ripetono lo schema d’impianto del cimitero esistente. I campi comuni saranno ubicati in una zona appositamente dedicata, mentre un nuovo spazio sarà  utilizzato per ospitare una struttura destinata alla creazione di loculi comunali e di ossarini. Due zone riceveranno  le cosiddette sepolture a terra, concesse a richiedenti che intendessero realizzare loculi interrati, sia con il  sistema della tumulazione che con quello dell’inumazione, mentre altre due zone ospiteranno le cosiddette cappelle gentilizie. Il piano prevede una radicale risistemazione della viabilità  pedonale interna a delimitazione delle singole zone; aiuole, prato e stese di ghiaia bianca faranno la loro comparsa in futuro nelle diverse zone e nella parte terminale del cimitero; verranno creati, inoltre, parcheggi nell’area esterna non recintata al servizio dell’utenza; insieme ad aree a verde ad alto fusto,preferibilmente cipressi e cespugli.
Per l’appalto in questione, nello scorso novembre era stata nominata una apposita commissione giudicatrice composta dall’ingegner Nicola Marinaro, dall’avvocato Nicola Martino e dal dottor Carlo Dicesare.
 

0 0 vote
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
error: Marchiodoc.it ®
0
Commenta questo articolox
()
x