Anche i carabinieri cercano una nuova casa



Sembra essere davvero una vera e propria maledizione, a Cerignola, riuscire a trovare una casa per le forze dell’ordine: adesso infatti la Prefettura di Foggia ha avviato un’indagine di mercato per l’individuazione di un nuovo stabile da adibire a caserma dei carabinieri. L’attuale, in viale di Levante, sconterebbe problemi in capo al proprietà dell’edificio e così trovare una nuova sistemazione diventa prioritario. In questo momento i carabinieri di Cerignola si trovano in uno stabile che anticipa il quartiere Fornaci, su una superficie lorda di 3640 mq. La struttura è composta da uffici, alloggi, magazzini, archivi, ambulatori, aule, laboratori, autorimesse per un totale di 63 addetti e l’indagine di mercato, non vincolante, disposta dalla Prefettura servirà proprio a captare la possibilità di poter usufruire di locali di simile grandezza: ad oggi il canone di locazione è pari a 176mila euro (iva esclusa).   



Appena sei mesi fa, invece, era stata la polizia stradale a cercare una nuova sistemazione per trasferirsi dalla sede che ora si trova fuori dal centro abitato, sulla strada provinciale ex 98 che collega a Canosa di Puglia. Come si ricorderà, poi, nel 2008 fu la Polizia di Stato ad essere “sfrattata” dalla sede di via San Ferdinando per poi trovare sistemazione in via Jesolo, che ancora oggi ospita gli agenti. Tanto che, da allora, si è molto dibattuto sulla possibilità di adibire l’ex tribunale a casa delle forze dell’ordine: l’ex sindaco Gianantempo firmò una delibera in questo senso, poi trasformata dal suo successore, Metta, che lì, anche a causa degli esosi costi da sostenere, ci volle un laboratorio urbano. 



Seguici e condividi i nostri contenuti

Commenta questo articolo