Al debutto i baby attori della Paolillo: il 2 dicembre in scena Alcesti


Tutto pronto per la prima di “Alcesti, i mille volti dell’amore”, curato dal gruppo di ricerca-azione costituitosi in Compagnia teatrale “I RicercAttori”  e formato dai diciotto ragazzi di tutte le classi terze della scuola secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo “Carducci-Paolillo”, diretto dalla dott.ssa Maria Racanelli.

Il gruppo di ricerca-azione ha lavorato sull’Alcesti  di Euripide  guidati dal prof. Nicola D’Andrea, docente dell’istituto e allievo del Master in “Teatro, pedagogia e didattica. Metodi, tecniche e pratiche delle arti sceniche-livello base” presso l’Università “Suor Orsola Benincasa” di Napoli.

Durante il percorso, durato tre mesi, i ragazzi hanno riscritto la tragedia euripidea, cambiando ambientazione e periodo storico: la Puglia contadina degli anni Cinquanta, lasciando immutata la trama.



Con il termine  ricerca – azione si intende un modo di concepire la ricerca che ha l’obiettivo non di approfondire conoscenze teoriche definite, ma di analizzare una pratica relativa ad un campo di esperienza, nel caso specifico la pratica teatrale, da parte di un attore sociale (in questo caso gli alunni partecipanti al progetto di ricerca-azione) con lo scopo di introdurre dei cambiamenti migliorativi. E da qui il nome della loro compagnia teatrale.



Ogni ragazzo ha fatto suo il testo attraverso incarichi di responsabilità (attori, aiuto regista, scenografo, costumista, tecnico delle luci, tecnico del suono, coreografo, responsabile delle musiche, suggeritore) in modo da riflettere  sul teatro come macchina perfetta di ingranaggi in cui tutto si incastra. Prodotto finale la rappresentazione presso l’auditorium “Paolillo” con il seguente calendario:

  • 2 dicembre: spettacolo per il personale scolastico dell’Istituto Comprensivo con ingresso alle 16 e sipario alle 16:30
  • 3 dicembre: spettacolo per i genitori dei ragazzi del gruppo di ricerca-azione con ingresso alle 16 e sipario alle 16;30
  • 4 dicembre: spettacolo per docenti e studenti di materie classiche (fino a esaurimento posti) con ingresso alle 16:30 e sipario alle 17.


Seguici e condividi i nostri contenuti
Facebook
Facebook
Twitter
YouTube

Commenta questo articolo