Borgo Mezzanone: 2 uomini uccisi dalle esalazioni di una stufa

Due uomini sono morti vicino la baraccopoli di Borgo Mezzanone, nei pressi dell’area che ospita un gran numero di migranti.
Sembra che le vittime vivessero in un rudere di campagna e che siano stati uccisi nel sonno a causa delle esalazioni da monossido di carbonio di una stufa o di un braciere che stavano utilizzando nel tentativo di riscaldarsi.


L’ipotesi, però, resta ancora da confermare e sul posto sono al lavoro i carabinieri della compagnia di Foggia, che stanno tentando anche il riconoscimento delle vittime attraverso le impronte digitali.

Dai primi riscontri, una delle vittime sarebbe Elvis Bakendaka, 37enne del Camerun, mentre l’altro sarebbe di nazionalità nigeriana.

Su entrambi i corpi è stata disposta l’autopsia.


Seguici e condividi i nostri contenuti
Facebook
Facebook
Twitter
YouTube

Commenta questo articolo