Bonito: “Da Metta condotte penalmente rilevanti, ora si ricostruisca”


Francesco Bonito

“ La delinquenza ha cambiato le caratteristiche: prima si curavano gli affari legati alle sigarette di contrabbando, alla prostituzione, ma col mercato della droga ingentissime quantità di denaro sporco hanno necessità di essere ripulite. Di qui l’ingresso della criminalità nell’economia nazionale. A Cerignola e in tutta Italia”.

È Francesco Bonito, già Giudice di Cassazione, a spiegare quali siano le cause e gli effetti dello scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose. L’intervento, a Telesveva, è partito dal racconto della realtà locale.



“I tentativi di infiltrarsi è stato tentato con Tatarella, con i successori, ma non ha mai avuto un esito positivo. In questi quattro anni c’è stato un mutamento radicale, perché per la prima volta c’è stata una palese collusione con ambienti malavitosi”, ha detto Bonito ai microfoni del direttore Roberto Straniero.

“Il sindaco Metta ha partecipato alle nozze di uno dei capi della malavita: questo non è reato. Qui sfugge la valutazione penale, ma quella è una condotta tipicamente collusiva, perché andare al matrimonio di un mafioso è considerato, nella lingua mafiosa, un fatto importante. È il riconoscimento di una persona come persona amica. La mafia dice che se il rappresentante politico viene alle mie nozze, fa parte degli amici. È amico della mafia. Alcune condotte non devono essere per forza di rilevanza penale”, ha spiegato l’ex giudice Francesco Bonito.



Ma la relazione del ministro dell’interno, secondo l’onorevole, può avere anche altre implicazioni: “Quella relazione può avere una rilevanza amministrativa, come l’ha avuta, ed anche una rilevanza penale. Perché c’è il disvelamento di condotte che hanno sicuramente rilevanza penale. In quella relazione ci sono potentissime responsabilità erariali, anche la Corte dei Conti dovrebbe occuparsene”.

La vicenda amministrativa di Metta è stata costellata da alti e bassi e da vicende particolari, come quella dei “biscotti” e della denuncia a carico di due persone accusate di aver tentato di corromperlo per la gestione dei rifiuti. È più in generale, però, che si sviluppa il tema degli appalti: “La vicenda della denuncia verso chi ha tentato di corromperlo è molto oscura e singolare e tutt’ora sotto osservazione dei giudici. Per quanto riguarda le gare per totali 100 milioni di euro, la commissione rileva che è stato adottato il sistema meno trasparente e meno garantito, tanto che i ribassi d’asta non hanno mai superato il 3.5%. Il dato medio nazionale di ribassi per le opere pubbliche va dal 20 al 30%. E poi ci sono le interdittive: io non ne conosco sindaci che abbiano preso tre interdittive Né tra i Casalesi, né a Corleone, né a Reggio Calabria. È un record”, ha proseguito Bonito.  



Parte della città, però, continua ad inneggiare all’attivismo di Franco Metta, ma, dice Bonito, “il benessere mafioso porta alla morte civile ed economica delle comunità”.

“Sarà momento necessario per ripulire la città. Il commissario ha poteri eccezionali, maggiori di quelli del sindaco, risolvendo anche i contratti. Questa possibilità di intervento risulta più efficace, proprio perché è organo esterno. Di qui si deve partire, anche dalla rigenerazione delle forze che sono state all’opposizione della gestione Metta. Non tutta la destra è assimilabile a Metta, e a quella chiedo di cooperare”, conclude l’ex magistrato.



Seguici e condividi i nostri contenuti
Facebook
Facebook
Twitter
YouTube

8
Commenta questo articolo

più nuovi più vecchi più votati
Alessio

dice Bonito, “il benessere mafioso porta alla morte civile ed economica delle comunità”.
C’E’ UNA GRAN PARTE DELLA GENTE DI CERIGNOLA CHE E’ CONTRO LO STATO CHE HA, A DETTA LORO, PENALIZZATO CERIGNOLA CONDANNANDO CHI HA FATTO BENE PER LA CITTA’.
Non è una barzelletta, lo dicono davvero.
Il male di cerignola è rappresentato da un buon 50% dei cittadini, quelli che osannano e difendono gli ex amministratori di un comune SCIOLTO PER MAFIA.
Tutti gli onesti, lo Stato, la Dia, non arretri di un solo cm.
PER FAVORE.

Cittadino IGNORANTE

Perdonatemi, so di essere ignorante ma ho una domanda alla quale gradirei una risposta. Questa amministrazione collusa e mafiosa in questi 4 anni ha donato alla città molteplici strutture, parchi, strade, monumenti iniettando nuova linfa di vita, anche non riuscendo in tante altre missioni. Cosa che dai tempi del compianto Salvatore Tatarella nessun sindaco era riuscito a fare. Nei precedenti 20 anni c’è stato un immobilismo totale di fatti ed idee. La mia domanda è: ma la mafia ti da i soldi per compiere opere?? Al massimo trattiene parti di esse , ed allora se questa amministrazione è mafiosa come… Leggi il resto »

Da fouri

Meno male che hai precisato “cittadino ignorante”sennò si poteva pensare tu fossi colluso..

Antonio

Vet’appugg!!!!!!

Cittadino IGNORANTE

OK, ma hai precisato quello da me già affermato.Ma la risposta alla domanda??

Antonio

Lascialo perdere.
Non vedi che si presenta “da fuori” di testa?

Giovanni

La risposta è che sono solo operazioni di facciata agevolate e mascherate dalla mafia in pieno appoggio, altrimenti il comune non sarebbe stato sciolto.
Morale della favola? Il comune è stato lasciato pieno di debiti e la verità verrà a galla.

Giò

Infatti il tuo nome è proprio appropriato, IGNORANTE.
Non hai capito un ca…ctus di quello che è successo.