La ‘miss’ Ilaria: “Tanto calore inaspettato, ringrazio la mia città”


Ilaria Petruccelli a Miss Italia

Poche parole per la sua esperienza a Miss Italia: “E’ stata una cosa assurda”. Tanta fatica, tanto stress per le due settimane di pre-selezione e prove, ma anche tanta soddisfazione. Una parentesi “irripetibile” ed un affetto “che non mi aspettavo” per un momento magico che inevitabilmente rappresenta uno spartiacque nella sua vita. Ilaria Petruccelli, 18 anni, cerignolana, ha tenuto incollati allo schermo migliaia di cerignolani e 2.6 milioni di spettatori in prima serata, su Rai Uno, che l’hanno vista sfilare insieme alle altre 80 aspiranti miss.



Due settimane da reclusa, in pratica, prima della diretta…

In sostanza sì. Non potevamo vedere né genitori, né fidanzati, né amici. Abbiamo provato sempre, da Venezia a Jesolo, e tutto si ripeteva dalla mattina alla sera senza sosta. È stato molto duro, sono state due settimane ma sono sembrati due mesi. Le prove per la diretta sono andate avanti dalle 10:00 di mattina alle 3:00 di notte. Ma tutto è stato bellissimo.

Poi sei salita sul palco. Cos’hai pensato?

Una cosa assurda. È stata un’emozione unica vedere che tutto ciò che abbiamo provato è venuto fuori alla perfezione. Rispetto alle sfilate che generalmente faccio mi è successa una cosa strana.

Cosa?

Di solito ho un po’ di ansia, o meglio: sono adrenalinica. Invece quando sono salita sul palco di Miss Italia ero tranquilla, serena. Non mi aspettavo nulla di che, pensavo di arrivare almeno tra le prime 40. Mi sono detta: ‘Comunque vada sarà un successo’.



Ti piace la nuova Miss Italia?

Il primo posto di Carolina Stramare è strameritato. Io l’ho sempre sostenuta, ci ho legato molto, mi ha raccontato la sua storia. Quest’anno, rispetto ad altre edizioni, possiamo dire che ha vinto una bella e brava ragazza.

In molti ti davano per vincitrice

Certo, la speranza l’ho sempre nutrita, sono onesta, ma è andata bene comunque.

Poi ieri mattina ti sei svegliata. Qual è stato il tuo primo pensiero?

Non lo so, sono confusa. Ho acceso il telefono e c’erano 4000 follower, 4000 notifiche con proposte di collaborazioni e lavori. La prima cosa che ho pensato? Per fortuna non ho vinto e posso tornare a casa. Avevo voglia di staccare da quel “buco”, di tornare alla vita normale. Comunque si tratta di un’esperienza irripetibile.

Hai già ricevuto proposte?

Non le ho ancora lette, lo farò con calma. Ho parlato con molte agenzie, giornalisti, tanta gente. Miss Italia è una grande vetrina.



Vuoi continuare su questa strada, oppure…?

Devo laurearmi. Avevo il test per medicina il 3 settembre e l’ho posticipato a marzo prossimo per poter partecipare a Miss Italia. Mi piacerebbe comunque coltivare la mia passione, che è quella delle sfilate. È una cosa che mi soddisfa.

Puoi sempre riprovarci l’anno prossimo, no?

No, no. Si prova una volta nella vita.

Ti racconto quello che è successo a Cerignola in quelle ore: messaggi, voti, mobilitazione social, perfino chi ha gridato al complotto per la tua esclusione. Te lo aspettavi?

Durante la diretta

No, non mi aspettavo tanto calore. Anche se avevo visto tanto incoraggiamento già prima che partissi per la finale. In molti mi hanno scritto, anche ragazze che non conoscevo, per farmi un in bocca al lupo. Sono stata felicissima. Ringrazio tutti, ringrazio la città, che mi ha sostenuta molto. È stato importante per me, tanto che l’ho perfino sognato…

Cosa hai sognato?

Il giorno prima della finale ho sognato di vincere e di ringraziare tutta la mia città per l’affetto dimostrato. È stato bellissimo.

Quando tornerai a casa?

La settimana prossima, non vedo l’ora.  E’ solo grazie ai miei genitori se ho partecipato al concorso e, facendo un passo indietro, l’aver iniziato questo lavoro.



Seguici e condividi i nostri contenuti
Facebook
Facebook
Twitter
YouTube

Commenta questo articolo