Grieco:”E’ ora di parlare di calcio”. Metta:”Non ci arrenderemo”

E’ stata una conferenza stampa fiume dai mille contenuti e dalle emozioni altalenanti quella tenuta oggi dalla società dell’Audace Cerignola: l’invito del presidente Grieco è quello di ritornare a parlare di calcio, senza però darsi per vinti sul fronte giudiziario.



“Dopo la sentenza di ieri ho pensato di dimettermi….ma oggi l’umore è diverso: non lascerò mai il mondo del calcio”.
Comincia chiarendo le proprie posizioni e invita la città a ricominciare a parlare di calcio giocato perchè il rischio concreto è quello di trascurare in modo decisivo l’aspetto fondamentale di questo gioco: il campo. E magari ritrovarsi con una squadra mediocre ad affrontare un campionato fallimentare (che sia Serie C o Dilettanti).



Proprio su questo fronte, l’attenzione della società sarà improntata ad allestire già dalle prossime ore “una squadra competitiva”, che magari punti a vincere il campionato di serie D sul campo. Un annuncio ponderato, che di certo non trascura il forte ritardo nella preparazione della squadra e che probabilmente (si spera ovviamente con impatti minimi) potrà risentirne almeno nella fase iniziale del campionato.
A tal proposito, Grieco annuncia di aver trovato un accordo con Gravina per poter usufruire di 2 ulteriori settimane di preparazione: il campionato dell’Audace comincerà alla terza giornata dei Dilettanti (presumibilmente nel girone H) il 15 settembre.



E poi l’invito alla città “in questo momento…a restare uniti”….”la società ha bisogno di sentire il calore della città”

Parallelamente al piano sportivo la battaglia giudiziara non si fermerà: il sindaco Metta ha annunciato che con l’avvocato Di Cintio presenterà martedi un ricorso presso il Consiglio di Stato contro la decisione di sospensione del giudizio esecutivo deciso dal Tar del Lazio. Contemporaneamente verrà presentata anche una richiesta di revoca della stessa decisione del Tar. I tempi di discussione e giudizio saranno brevissimi e già la prossima settimana si saprà se saranno accolti o meno.




“Non ci arrenderemo” – aggiunge – “stiamo vincendo 3-0 e la Lega ha appena segnato un gol che è in attesa di conferma del VAR”: una metafora calcistica per spiegare l’attuale situazione burocratica e il numero totale di ricorsi vinti dall’Audace nei confronti di Lega e FIGC.
“Dovevano fare fuori noi perchè dovevano riammettere la Paganese. Questo lo dice Franco Metta e si assume tutte le responsabilità”.

Infine la carica di Grieco alla città:”Voglio una grande risposta dalla cittia di Cerignola e uno stadio Monterisi pieno. Ora più che mai dobbiamo dimostrare chi siamo”.



Seguici e condividi i nostri contenuti
Facebook
Facebook
Twitter
YouTube

Commenta questo articolo