VIDEO | Da Black Land ai tumori, Carapelle chiede chiarezza


“I parametri rientrano nella media regionale”. Così l’agenzia regionale per le politiche della salute risponde a quanto chiesto dal sindaco di Carapelle, Umberto Di Michele, che raccogliendo le preoccupazioni dei cittadini ha inviato formale richiesta all’ente guidato dal manager Giovanni Gorgoni.

Non ci sarebbe alcun aumento di neoplasie a Carapelle, è la risposta, articolata in un report che dal 2001 al 2017 rileva un’incidenza delle neoplasie che si uniforma ai livelli registrati su tutto il territorio pugliese. Dunque, a Carapelle, secondo ARES, non c’è nessuna emergenza.

Black Land e sversamenti dalla discarica di Deliceto nei torrenti sono gli elementi di maggiore apprensione per i cittadini dei Reali Siti. Numeri a parte, però, le perplessità rimangono: “Quei dati in questo momento comunque non ci dicono nulla, perché se da un lato allinea Carapelle alla media regionale, dall’altro lo studio dice che il bacino di riferimento è di 40mila persone, ovvero la popolazione dei Reali Siti, e con un range così basso le statistiche non risultano molto attendibili”, commenta il sindaco Umberto Di Michele.

Dal TgBlu

mc




Seguici e condividi i nostri contenuti
Facebook
Facebook
Twitter
YouTube

Commenta questo articolo