VIDEO | Insulti a bambino bocciato, per Metta multa da 500 euro

La colorita ramanzina del sindaco di Cerignola al piccolo alunno bocciato, che al tempo dei fatti accaduti, nel 2016, aveva 11 anni, costa a Franco Metta una multa da 500 euro. A deciderlo è stato il tribunale di Foggia, che ha emesso l’apposito decreto penale di condanna.

Quel rimprovero diventò un vero e proprio caso nazionale, tanto virale da dividere l’opinione pubblica tra favorevoli e contrari ai modi decisi del primo cittadino. Metta si disse infastidito dall’atteggiamento dell’alunno e si difese dalle accuse sostenendo che quella ramanzina servisse esclusivamente a spronarlo.

Eppure, come racconta il papà della vittima, Michele Pignataro, quel richiamo farcito di insulti ha causato diversi problemi al ragazzo, oggi 14enne, che per mesi avrebbe perfino evitato di uscire di casa.

Seguici e condividi i nostri contenuti
Facebook
Facebook
Twitter
YouTube

Commenta questo articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.