Nel PD è tutti contro tutti: consiglieri, giornali e segreteria in guerra

Si è conclusa domenica la Festa dell’Unità 2018 del PD di Cerignola, una tre giorni di dibattiti politici, food e buona musica. “È stata una edizione particolare, è stata la Festa dell’orgoglio, dell’appartenenza ad un sistema di valori ed idee, uno straordinario momento per mettere un punto e ricominciare un percorso politico insieme a tutte le persone che con noi vorranno condividerlo, che hanno voglia di lavorare, che non abbandonano la barca quando il vento è contrario”, fa sapere la segreteria del PD Sabina Ditommaso.

“Abbiamo discusso di lavoro, di jobs act e decreto dignità, di opportunità per i giovani con il già Ministro del Lavoro Cesare Damiano e con il nostro Assessore regionale e al Bilancio Raffaele Piemontese. Abbiamo parlato della gestione del ciclo dei rifiuti e delle tematiche ambientali più scottanti con il Commissario dell’AGER Gianfranco Grandaliano e con i nostri consiglieri comunali Cicolella, Dalessandro e Dibisceglia. Abbiamo concluso con un interessante dibattito sulla sicurezza e la legalità con l’onorevole PD Michele Bordo e con il Sindaco civico di Bitonto Michele Abbaticchio”.

“La festa – continua Ditommaso – ha avuto un buon esito, dal punto di vista della partecipazione e del confronto. Questo nonostante il periodo complicato che il PD sta attraversando a tutti i livelli, nonostante la decisione, per cause di forza maggiore, di fare la Festa dell’Unità a fine settembre con le temperature in calo.  Una tre giorni di dibattiti che hanno interessato tutti i livelli istituzionali e tutte le anime del PD,  compreso chi, pur non essendo tesserato, è vicino agli ideali di centro sinistra. Tutti sono stati inviati a partecipare ed a contribuire alla realizzazione della festa in termini di unità. Qualcuno ha preferito  non partecipare, mostrando  chiaramente la volontà di non voler seguire la strada che questa segreteria intende percorrere: tornare a parlare alla Città. Durante tutti i dibattiti di questi giorni l’autocritica che più volte gli addetti ai lavori hanno fatto è stata l’assenza del partito tra la gente, tra i nostri elettori che, a livello locale e nazionale, hanno deciso di affidarsi ad altre forze politiche. È, dunque, necessario ripartire dai temi, ponendo fine alle strategie perdenti che vogliono nomi “calati dall’alto” e incontri nelle segrete stanze. Esattamente come abbiamo fatto nella giornata di domenica mattina quando, con grande umiltà, abbiamo incontrato tutte le forze politiche del centrosinistra e tutti i cittadini interessati all’argomento, in un confronto libero, non pilotato, per iniziare a discutere di un’alternativa all’attuale amministrazione basata su idee, appartenenza e programmi. Ed abbiamo invitato tutti, ma proprio tutti, in particolar modo gli iscritti del PD, a partecipare”.

“Ovviamente, non corrispondono al vero la ricostruzioni giornalistiche della testata locale NotiziaWeb, che non offendono tanto noi quanto i partecipanti a quell’incontro che spontaneamente stanno replicando a quell’articolo. Da settimane – ha concluso Ditommaso – suddetta testata è impegnata in una continua campagna diffamatoria nei confronti del PD che sembra più una crociata politica ispirata e militante che la libera espressione di un pensiero”.

“Fatte queste doverose precisazioni e nonostante i ripetuti tentativi di unità puntualmente negati, noi andremo avanti,  con la volontà di condividere un percorso comune nell’interesse esclusivo della città. Con umiltà, con chi vorrà esserci”, chiosa la segretaria.

Seguici e condividi i nostri contenuti
Facebook
Facebook
Twitter
YouTube

Commenta questo articolo