Gilet arancioni a Cerignola: "Così muore la nostra economia"

La xylella, dal Salento, è alle porte di Bari; la gelata del 2018 ha tagliato l’80% della produzione olivicola cerignolana; i fondi del programma di sviluppo rurale sono bloccati e la riforma della PAC è in alto mare. Così i gilet arancioni, il movimento spontaneo che raggruppa tutti gli agricoltori pugliesi, si avvicina alla protesta di Roma passando da Cerignola.

 

Presso l’auditorium Manfredi dell’istituto tecnico agrario si sono presentati in oltre 200, tra sindacati, agricoltori e partiti politici, per sostenere le ragioni dei gilet arancioni. Con Andria e Cerignola ko a causa delle gelate dell’anno scorso, la produzione di extravergine d’olive su scala nazionale ha subito un decremento del 65%.

“Si sta sempre di più allargando il movimento spontaneo dei gilet arancioni, così viene fuori l’orgoglio degli agricoltori, degli uomini della terra che fino ad ora sono stati cementati, perché fino ad oggi non abbiamo ricevuto risposte. Abbiamo aspettato – commenta il conte Spagnoletti Zeuli, a capo del Movimento- ma la pazienza è finita, il tappo è saltato: siamo pronti a partire per Roma. Abbiamo invitato il ministro, ma non è arrivato; abbiamo aspettato il decreto, ma non è arrivato. Adesso basta, questo non è un problema che riguarda solo la produzione, ma anche sociale dei nostri paesi”.

“E’ un problema che riguarda tutti, perché qui, dal nord barese al foggiano, si produce l’olio di qualità. Siamo molto preoccupati. Gelata, Psr, PAC, Xylella riguardano il futuro delle nostre aziende e dei nostri prodotti”, aggiunge Spagnoletti Zeuli. A lanciare un ulteriore allarme è Onofrio Giuliano, referente dei gilet arancioni di Cerignola: “Le produzioni sono drasticamente calate, ma nei supermercati nessuno ha notato cambiamenti, nel senso che il nostro olio viene tranquillamente sostituito con quello estero, magari di minore qualità. Quindi, quella che ci stiamo giocando oggi è una partita fondamentale, perché ne va della sopravvivenza di un intero comparto e di un intero territorio che potrebbe essere rimpiazzato nel silenzio generale”.

 

 


 


Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk