Indagini e politica, per la giunta mix di veleni e strategie

Tante questioni aperte sul tavolo del sindaco di Cerignola, Franco Metta, che è chiamato ad affrontare temi bollenti sia da un punto di vista giudiziario che politico. Spesso, poi, come nel caso dello scioglimento anticipato del consiglio comunale, le faccende appaiono perfino mescolarsi.

 

Il nodo più grande rimane quello della commissione prefettizia di accesso agli atti, che opererà in Comune fino ad aprile (o luglio) per verificare la sussistenza di infiltrazioni mafiose nella macchina amministrativa rispetto agli atti sottoscritti dal 2015 al 2018, ossia da quando Metta ha messo piede a Palazzo di Città.

In attesa che la commissione si esprima - e potrebbe impiegare anche ulteriori tre mesi - è l’indagine per concussione che tiene banco in maggioranza: ad entrare nel mirino della Guardia di Finanza sono i rapporti tra l’Udas Basket, il sindaco Franco Metta e alcune ditte private che si sarebbero offerte di immettere nuove liquidità nelle casse della società sportiva. Tra perquisizioni e testimonianze, gli accertamenti proseguono spediti.

L’altro indagato, Tommaso Bufano, ha rassegnato le dimissioni da assessore ai lavori pubblici e urbanistica, più per strategia legale che per necessità politica, come lo stesso interessato ha dichiarato abbandonando la giunta. E i guai giudiziari di sindaco e assessore sembrano somigliarsi. Nelle scorse ore da Palazzo di Città è trapelata un’indiscrezione circa il possibile scioglimento anticipato del Consiglio Comunale: i rumors, smentiti dai consiglieri di maggioranza ma confermati dal vicesindaco Rino Pezzano, davano proprio Metta come ispiratore delle firme dal notaio per porre termine alla sua esperienza amministrativa.

Anche per mettere fine alla parentesi sindacale, però, serve una maggioranza che il sindaco oggi sembra non avere, se non in maniera sotterranea con un accordo non scritto con i due consiglieri di Forza Italia, Paolo Vitullo e Natale Curiello, i quali, fino ad oggi, sono stati vera e propria stampella dell’amministrazione garantendo presenze (o assenze) determinanti e silenziando ogni tipo di opposizione e di slancio critico.

Se ai guai giudiziari si aggiungono le scelte politiche, il quadro diventa ancora più frazionato: in questo senso si commentano le dimissioni indotte dell’assessore Petruzzelli, estromessa dalla giunta (ma formalmente dimessa) per volere del primo cittadino, che in questa fase di controllo da parte delle forze dell’ordine e della commissione di accesso agli atti vuole imporre uno sprint all’azione amministrativa. Al suo posto, a guidare il settore cultura, è arrivata Debora Di Nauta, legata all’associazione culturale “Fosse Granarie” che gestisce il laboratorio culturale dell’Opera Pia Monte Fornari. Le vicende giudiziarie, abbinate a quelle politiche, creano scompiglio a Palazzo di Città. Nelle prossime ore non si escludono novità sul fronte politico. Quanto basta per agitare ancora più le acque nel calderone politico.

Michele Cirulli

 

 

 

 


Commenti 

 
+26 # Pace e bene. 2019-02-01 14:44
Una vergogna unica, mai vista nella storia di Cerignola. La città amministrata da veri mercenari che hanno sotterrato la città per la loro incompetenza amministrativa, con a capo colui che ha fatto indebitare la città. Un grazie va ai 'cattolici' che di cattolico non hanno niente... Visto la loro complicità nel sotterrare la verità. Un vero grazie al nostro caro vescovo, che ha contribuito a i tagli di nastri, senza un vero senso sociale... Se non quello dei primi posti in mostra con un mostro. Credo nella giustizia civile. Ma mi affido a quella Divina. Shalom.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+16 # Occhio Vivilo 2019-02-01 15:01
"Debora di Nauta legata all'associazione fosse granarie che gestisce il palazzo Fornari" concesso circa un anno fa dal sindaco, senza fare nessuna gara
Ucchi Vevl
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+9 # Occhio 2019-02-01 16:56
Qualcuno ha capito che vitullo e curtagine sono parte della maggioranza.
Tardivo adesso o in malafede prima?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+7 # I- buddisti 2019-02-01 20:22
[quote name="Pace e bene."]Una vergogna unica, mai vista nella storia di Cerignola. La città amministrata da veri mercenari che hanno sotterrato la città per la loro incompetenza amministrativa, con a capo colui che ha fatto indebitare la città. Un grazie va ai 'cattolici' che di cattolico non hanno niente...Chissá come andò a finire la storia dei 150 000 euro degli arrestati della tarsu della diocesi...mistero della fede
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # I- buddisti 2019-02-01 20:23
Volevo dire arretrati
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # MURTATELL 2019-02-04 14:12
LUI E' TRANQUILLO...E' RIMASTO L'UNICO RIFERIMENTO DI MICHELE ( EMILIANO ndr) SU CERIGNOLA INSIEME A PIPPO (PIPPO non lo sa, ndr) DOPO CHE IL PD E' DIVENTATA UNA CONFRATERNITA PRONTA A GESTIRE UNA TOMBA CIMITERIALE.....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk