VIDEO E AUDIO dell'assalto al portavalori: 7 arresti

La Polizia di Stato nella giornata di ieri e nel corso della notte ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nella provincia di Foggia e di Barletta-Andria-Trani, emessa dal G.I.P. dr. Carlo Ottone De Marchi su richiesta della Procura della Repubblica di Milano, Dott.ssa Isabella Samek Lodovici, nei confronti di sette persone.

 

Ecco la banda: G.V.D.A. 41 anni Cerignola, R.D.  29 anni Canosa di Puglia, F.M.  43 anni, C.L. 42 anni di Manfredonia, C.V.  41 anni Barletta, F.S. 37 anni San Giovanni Rotondo, A.Q.  43 anni San Giovanni Rotondo già detenuto presso la casa circondariale di Melfi, ritenute responsabili di una rapina pluriaggravata ai danni di un furgone portavalori della società di trasporti “Ferrari”, consumata il 15.10.2016 a Bollate (MI) in via La Cava.

L’indagine condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Milano con la stretta collaborazione della Squadra Mobile della Questura di Foggia e del Gabinetto Regionale della Polizia Scientifica di Milano, è stata avviata dopo l’imponente assalto al portavalori “Ferrari” sulla rampa di accesso della strada provinciale Monza-Rho.

Nel corso della rapina sono stati prelevati gioielli storici della ditta BULGARI, collezione “Heritage”, del valore stimato superiore ai 4 milioni di euro e gioielli di altre prestigiose case. Nella circostanza due furgoni della ditta “Ferrari”, dopo essere usciti dalla sede della società “Battistolli” di Paderno Dugnano (MI), sono stati bloccati da almeno 5 persone, travisate con passamontagna ed armate, giunte sul posto a bordo di tre auto.

Gli stessi, con una motosega, hanno creato un’apertura nella carrozzeria del furgone ed hanno asportato solo alcuni plichi contenenti i gioielli. Abbandonata sul luogo della rapina una delle autovetture utilizzate, i rapinatori si sono allontanati a bordo di due autovetture.

L’attività investigativa è partita dall’analisi dei traffici di cella attraverso cui è stato possibile risalire alle utenze in uso ai rapinatori, localizzate dapprima in questo Capoluogo e poi nella provincia pugliese; dal successivo sviluppo dei tabulati telefonici è stato possibile risalire all’identità dei reali utilizzatori cui le utenze sono state poi attribuite.

Uno dei rapinatori, nel prelevare i sacchi dallo scorcio creato alla lamiera del portavalori, si era procurato una ferita da cui aveva perso sostanza ematica.

È stato così possibile estrapolare un profilo genetico valido che, mesi dopo, comparato con quello prelevato a F.S. nel corso di una perquisizione, ha dato riscontro positivo.

SE NON RIESCI A VEDERE IL VIDEO CLICCA QUI

 

 

 


Commenti 

 
+1 # Custode del bar 2019-01-25 17:18
Ed ecco che scompaiono dai commenti tutti i capiscitori politici.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # Leucc 2019-01-26 16:25
Capiscitori? Sei una persona analfabeta gnorande e stupda
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk