Il nostro dialetto piace anche al nord: ecco perchè

Quest’anno, all’edizione 2018 del Concorso Nazionale di Poesia Dialettale, partecipava anche un pezzo di Cerignola. A Bassano Del Grappa, nel lontano Veneto, il professor Riccardo Sgaramella, cultore instancabile e certosino della dialettologia, ha ottenuto il Premio della sezione Puglia di Aque Slosse con la sua ultima raccolta di liriche vernacolarari “Parole zumbaroule”.

 

Una volta raggiunto, il professore di lingue parte proprio dall’ambito poetico e le sue potenzialità, magnificandone la malleabilità e la presa sul pubblico: “Tutte le buone poesie possono rivaleggiare, dipende da chi le le scrive. Se c’è una ricerca ed i temi sono profondi si può pensare di contendere con gli autori dialettali grandi, come il milanese Carlo Porta, e gli autori in romanesco, che hanno avuto il vantaggio di essere quasi lingue, comprese da tutti. Se leggi un autore nostrano, come Leonardo Quarticelli (recentemente scomparso NDR), lo capisce solo chi è di qui, anche perché il cerignolano non è una lingua paludata”.

A ruota segue un pronostico sulla plausibile diffusione e sulla maggiore conoscenza derivabile dall’aggiudicazione della palma al premio letterario da parte sua per il dialetto cerignolano: “I dialetti sono koinè chiuse, a se stanti. Però assistiamo al revival dei dialetti, che ci serve per non dimenticare quel che ci appartiene. Ora il dialetto non è più qualcosa da disprezzare come ci hanno insegnato a scuola, da segnare con matita blu. Il dialetto è un tesoro di conoscenza e di cultura.”.

Il bonario e sorridente docente si accomiata con una descrizione del suo metodo filologico rigoroso, che rappresenta ancora oggi uno strumento principe nell’esegesi dell’idioma ofantino, accanto a quello del suo rivale, il compianto Luciano Antonellis: “Io e Luciano ci siamo confrontati. Ma il mio è differente. Prendiamo il mio dizionario comparato con 400 dialetti. Io in esso ho cercato le analogie con gli altri dialetti con la comparazione”.

La presentazione del metodo basta appena per testimoniare la passione incredibilmente tenace con cui Sgaramella ha scandagliato i fondali del dialetto cerignolano a tutti i suoi livelli.

Enrico Frasca

 

 


Commenti 

 
-12 # Spartaco 2018-11-27 14:53
Scrivere in vernacolo non è uno sforzo e né chi scrive può essere considerato un grande artista. A mio avviso anche il più rozzo allora può essere un poeta ma l'arte dov'è? Io credo che portare il nostro dialetto anche al nord ci ridicolarizza e poi non vergognamoci quando alcuni cerignolani fanno delle dirette in dialetto perché è la stessa cosa che declamare una poesia. L'Italia ha una sola lingua che può essere intesa da tutti ed è l'italiano il "volgare" lasciamolo da parte!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # ???? 2018-11-28 08:32
Citazione Spartaco:
Scrivere in vernacolo non è uno sforzo e né chi scrive può essere considerato un grande artista. A mio avviso anche il più rozzo allora può essere un poeta ma l'arte dov'è? Io credo che portare il nostro dialetto anche al nord ci ridicolarizza e poi non vergognamoci quando alcuni cerignolani fanno delle dirette in dialetto perché è la stessa cosa che declamare una poesia. L'Italia ha una sola lingua che può essere intesa da tutti ed è l'italiano il "volgare" lasciamolo da parte!

"Ridicolarizza"? "Vergognamocil? La situazione è grammatica
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Altre Notizie

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk