Barbaro dimissionario, Forza Italia verso una nuova crisi

Manca poco all’ufficializzazione delle dimissioni di Pietro Barbaro da coordinatore cittadino di Forza Italia. A meno che non vi siano clamorosi capovolgimenti di fronte, l’avvocato azzurro lascerà la guida del partito dopo che a dicembre era stato nominato dal segretario provinciale Raffaele DI Mauro per traghettare i berlusconiani ofantini verso le politiche, le europee e le amministrative 2020.

 

Eppure, nel momento di maggiore entusiasmo e di rinascita, non sarebbe andato tutto per il verso giusto. Ad iniziare dal rapporto con i consiglieri comunali Antonio Bonavita, Natale Curiello e Paolo Vitullo, non sempre allineati alla linea di partito ma svincolati su scelte diverse. Ad esempio il voto sulla TARI, nel consiglio che ha permesso a Metta di mantenersi in vita grazie all’assenza di Rendine (Pd) e che ha generato spaccature a destra così come a sinistra.

Sull’aumento della tassa sull’immondizia del 36%, sommato all’aumento del 19% dell’anno prima, Barbaro avrebbe consigliato il voto netto e contrario. In aula, invece, dopo un accordo con la lista Sgarro Sindaco e col PD, i tre consiglieri forzisti hanno optato per l’abbandono dell’aula. Al di là del singolo episodio, però, a gravare sulla decisione di Barbaro di allontanarsi da Forza Italia sarebbe stato l’atteggiamento dei consiglieri comunali.

La stessa tiritera che ormai si consuma da tre anni circa i rapporti di ambiguità, per usare un eufemismo, tra l’amministrazione e i consiglieri di Forza Italia, ritenuti organici alla maggioranza senza se e senza ma. Soprattutto ritenuti, da una fetta del partito, veri e propri maggiordomi di Metta: e i rapporti di ambiguità potrebbero sciogliersi alle prossime provinciali, quando e se Metta dovesse candidarsi e a quel punto Forza Italia dovrà dire apertamente se votarlo o meno gettando giù la maschera.

Oltretutto, adesso si apre una nuova fase in Forza Italia per la designazione del nuovo coordinatore: Barbaro era riuscito a creare entusiasmo e ad attirare vecchie e nuove conoscenze del centrodestra, provando anche a interloquire con pezzi di coalizione ormai persa. Evidentemente tutto questo non è bastato. Tra falchi e colombe inizierà una nuova faida: e non è detto che non finisca per giovare ancora chi sta sbarrando ogni possibilità di allargamento della coalizione e di crescita dei berluscones sul territorio.

 

 


 

 

 


Commenti 

 
-2 # Pernacchio Dipernacchio 2018-09-19 21:34
Voi non state bene. Non so chi é piú di sinistra voi o la Notiziaweb. Sono allabbonato che volete da me
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+3 # CIURLIDD 2018-09-19 23:02
METTA FARA' LA FINE DI SCIASCIALLO ( LUI SI RICORDA DI CERTO ). SI E' CONSEGNATO AD EMILIANO ( PER AVERE IN CAMBIO UN PD DALLA OPPOSIZIONE ADDOMESTICATA ANCHE SE I SOGGETTI NON DEVONO SFORZARSI MOLTO ), FLIRTA CON FORZA ITALIA, VORREBBE ENTRARE CON SALVINI DOPO AVER TENTATO CON FRATELLI DI ITALIA...NON CREDETE CHE ABBIA LE IDEE CONFUSE ?. UN FISCHIO SONORO LO CONDANNERA'. VADA A FARE DANNI A CASA SUA. PER ME BARBARO NON DEVE LASCIARE CAMPO LIBERO A QUEI TRE QUACQUARAQUA'.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Altre Notizie

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk