Prima la perquisizione, poi la rissa: ancora aggressioni ai carabinieri

Continuano le operazioni di servizio nella bassa capitanata da parte dei Carabinieri di Cerignola. Nell’ultimo servizio straordinario di controllo del territorio sono finite in manette tre persone per reati che vanno dalla detenzione illecita di stupefacente alla ricettazione alla resistenza a pubblico ufficiale.

 

I primi a finire in manette sono stati SACCOTELLI IVANO, cl. '99, e PUGLIESE GIUSEPPE, cl. '56, rispettivamente nipote e nonno, entrambi cerignolani e con precedenti, l’ultimo anche per associazione mafiosa. In particolare, gli uomini dell'Aliquota Radiomobile del NORM, nel transitare in via Maddaloni, poco distante dalla caserma, hanno notato che il Saccotelli, seduto su uno scooter, aveva appena passato qualcosa ad un altro giovane, dopo aver propria volta passato di mano cinque euro, è riuscito a dileguarsi a piedi. Il Saccotelli, accortosi dei Carabinieri, ha messo in moto lo scooter tentando di allontanarsi, ma i militari sono riusciti a sbarrargli la strada e a bloccarlo.

L’accurata perquisizione personale e veicolare ha quindi portato i suoi frutti: infatti il giovane, all’interno dell'imbottitura del casco, nascondeva 6 grammi di marijuana e 20 di hashish, tutta suddivisa in singole dosi, mentre nelle tasche aveva una somma di denaro contante di 345 euro, in banconote di piccolo taglio, che per lui, nullafacente, è subito apparsa ingiustificata. Estesa la perquisizione all’abitazione dove il giovane risiede unitamente al nonno, Pugliese Giuseppe, quest'ultimo ha reagito in malo modo al controllo, iniziando dapprima a minacciare i militari, assumendo un comportamento sempre più aggressivo, fino ad arrivare a scagliarsi contro gli stessi, venendo allora bloccato dopo una colluttazione. Pertanto anch’egli è stato dichiarato in arresto per resistenza a pubblico ufficiale. Entrambi, su disposizione del P.M. di turno, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

In manette, poi, è finito DIAFERIO SIMONE, cl. '90. I Carabinieri della Stazione di Cerignola, accortisi di uno strano movimento di furgoni mentre erano in servizio di perlustrazione in aperta campagna, si sono avvicinati al caseggiato rurale dietro il quale erano stati parcheggiati, col chiaro intento di nascorderli a sguardi indiscreti, due mezzi. I malfattori, accortisi dei militari, sono balzati a bordo dei due furgoni, dandosi velocemente alla fuga. I militari però, dopo un pericoloso inseguimento, sono riusciti a bloccare uno dei due mezzi in fuga, a bordo del quale vi era il Diaferio. Perquisito il mezzo, è finalmente stato chiaro il motivo della fuga: nel cassone, infatti, i Carabinieri hanno rinvenuto tre scocche di autovetture, già cannibalizzate, provenienti da una Hyundai e da una Citroen, risultate rubate a Polignano a Mare, Conversano e Casamassima, nell’hinterland barese. Diaferio, quindi, su disposizione del P.M. di turno, è stato rinchiuso nel carcere di Foggia.

 

 

 


Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

La Cattiveria

 


Altre Notizie

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk