Delvino tra segnaletica, divise e l'esposto contro la sua stabilizzazione

Due bandi da 500 mila euro per i prossimi cinque anni per segnalatica orizzontale, verticale e per l’abbigliamento dei vigili urbani di Cerignola. In totale 1 milione di euro preventivato dal comandante della polizia locale Francesco Delvino su cui le opposizioni hanno posato la loro lente di ingrandimento.

 

 

E non solo, visto il ricorso alla magistratura perfezionato dalla consigliera indipendente Teresa Lapiccirella. Dopo le “divise d’oro” dei 35 vigili urbani, è stato il PD ad andare in barricata: “Basta fare un paragone con una gara simile fatta dal Comune di Brindisi. Lì, per un totale di settantadue vigili, quasi il doppio di quelli di Cerignola, si è partiti da una base d’asta di €240.000, la metà di quella di Cerignola, per una durata di quattro anni. Il cambio del vestiario, o meglio di parte di esso, è infatti solitamente biennale -spiega il consigliere comunale. Il bando del Comune di Cerignola, a quelle cifre, è uno schiaffo in faccia alla cittadinanza. Uno schiaffo in faccia soprattutto a quelle cittadine e quei cittadini che vivono le difficoltà quotidiane di chi abita in periferia”, annotano i dem.

Ma non solo, perché dopo aver intrapreso un’azione di rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale, l’amministrazione ha imposto nuovi lavori di rifacimento stradale, quindi quelle strisce, in alcune zone, dovranno essere ridisegnate per la seconda volta. Per questo Delvino ha previsto un apposito capitolo di spesa, anch’esso da 500 mila euro.

“È del tutto evidente come il comandante Delvino quando si tratta di bandire gare ad evidenza pubblica non abbia nessun senso della misura. Dopo i 500.000€ impegnati per l’acquisto di vestiario ai vigili ora impegna altri 500.000€ per i prox 5 anni per l’acquisto della segnaletica stradale. 10.000€ al mese di segnaletica. Un modo di amministrare vergognoso che non tiene conto delle necessità dei cittadini. Non è stato investito un euro sull’abbattimento delle barriere architettoniche, sulla mobilità debole, sulla realizzazione di nuove piste ciclabili. Mi auguro – dice Teresa Cicolella - che i consiglieri di maggioranza abbiano un minimo di dignità e mettano fine, quanto prima, a questo scellerato modo di amministrare”. Ma la questione più controversa riguarda la “stabilizzazione” di Delvino a tempo indeterminato.

Solo la consigliera indipendente Teresa Lapiccirella si è rivolta alla magistratura perché accerti quanto successo: “la procedura prevista per il passaggio diretto di personale tra amministrazioni diverse prevede necessariamente un bando per la mobilità, che nel caso del dipendente Delvino non è stato fatto, mentre risulta essere stato fatto per il dirigente del settore Servizi Finanziari e il dirigente del settore Affari Generali del Comune. Pare evidente- scrive Lapiccirella in un esposto- che la prescritta procedura di mobilità è stata disattesa dal proponente Sindaco Metta, dalla Giunta Comunale e non eccepita dal Segretario Generale, Dott.ssa Monica Claudione, in palese violazione di norme di legge”.

A questo si aggiunge che per partecipare al bando si deve essere privi di carichi pendenti o sentenze passate in giudicato: “Questo requisito, tra gli altri, non è stato possibile verificarne il possesso da parte del Dottor Francesco Delvino, attesa la mancanza dell’espletamento del bando”, conclude Lapiccirella.

Michele Cirulli

 

 


Commenti 

 
+1 # Pinuccio Bruno 2018-05-30 23:44
Le argomentazioni di cui sopra, in prospettiva non giovano di certo alla possibilità di rielezione di Metta, qualora questi decidesse davvero di ricandidarsi. Però, resta il problema: chi lo potrà sostituire tra circa 2 anni? Il silenzio assoluto in tal senso desta forte preoccupazione!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+2 # MURTATELL 2018-05-31 12:54
QUO USQUE TANDEM , CATILINA, ABUTERE PATIENTIA NOSTRA ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Altre Notizie

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk