Metta ha dato il colpo di grazia a SIA e ora la regala a Bari

Catene ai polsi e proteste ad oltranza. Così i 300 dipendenti della SIA srl, la società che si occupa dello smaltimento dei rifiuti per i comuni di Cerignola, dei Cinque Reali Siti e di Trinitapoli, Margherita di Savoia e San Ferdinando di Puglia, attendono la convocazione del Prefetto di Foggia, Massimo Mariani, che ha disposto per oggi un vertice a Foggia.

 

La società è in forte affanno finanziario. C’è da chiudere il bilancio 2017, con un ammanco di 3 milioni di euro; ci sarebbe inoltre da sottoscrivere i contratti per un importo complessivo di 18 milioni di euro, mentre tutti e 9 i comuni arrivano a malapena a coprire 14 milioni. Per tale ragione ci vorrebbe un’ulteriore immissione di liquidità per avviare una programmazione che consenta di riprendere in mano le redini della società in house. Inoltre c’è da fare i conti con la mancata attivazione del VI lotto di discarica, a cui il presidente Metta si è opposto già dal momento della sua elezione. Da quando c’è stato il “no” secco al cantiere del VI lotto di discarica, difatti, nelle casse di SIA sono nettamente e drasticamente calate le entrate, senza che vi fosse alcun tipo di piano B per ovviare ai mancati ricavi.

Così, in una riunione tenutasi mercoledì pomeriggio presso le strutture di Forcone Cafiero, dove hanno partecipato i sindaci di Cerignola e dei Reali Siti, l’amministratore unico Francesco Vasciaveo ha parlato di “cane che si morde la coda” per fotografare al meglio la situazione della società dei rifiuti. Dunque, la soluzione non sarebbe la sottoscrizione dei contratti, che da sola serve a poco, ma servirebbe un’ulteriore esborso di denaro pubblico. Senza dimenticare che ad oggi Aseco, intervenuta nell’attivazione degli impianti tramite ordinanza del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, dovrà essere ripagata dell’investimento entrando in una nuova compagine societaria che gestirà gli impianti per i prossimi anni oppure la si dovrà liquidare con soldi che oggi SIA non ha. E per ammissione dell’ex amministratore Nicola Iungo, Sia non è nemmeno nelle condizioni di poter erogare i servizi qualora i Comuni sottoscrivessero i contratti di servizio. Motivo per cui il commissario Ager, Gianfranco Grandaliano, preso atto della drammatica condizione, non ha potuto esercitare i poteri sostitutivi al posto dei sindaci.

Intanto volano parole grosse dal sindaco di Cerignola e presidente del Consorzio Franco Metta, che ha accusato il comune di Trinitapoli di aver usufruito di ditte private. La reazione di Francesco Di Feo non si è fatta attendere, compresa di denuncia penale. Nel frattempo le città continuano ad essere inondate dai rifiuti e la situazione sembra essere esplosiva. Aseco, società satellite di Acquedotto Pugliese, ha attivato le 16 biocelle. Ma prima dell’emergenza strutturale, c’è quella ambientale. Per questo il Prefetto di Foggia Massimo Mariani ha convocato oggi i vertici SIA, le maestranze e il commissario dell’AGER Gianfranco Grandaliano per trovare una soluzione a breve termini, che vada a tamponare l’emergenza.

Michele Cirulli

 

 

 


Commenti 

 
+7 # Concordo 2018-05-11 06:08
Una cosa vorrei capire. Che senso ha sostituire l'amministratore? Potrà mai il nuovo salvare SIA? perché tutti i sindaci non si sono ribellati subito difronte al mancato raggiungimento degli obiettivi e hanno detto passare quasi 3 anni? L'addendum perché fu ratificato? A luglio pezzano e iungo si complimentavano reciprocamente per i nuovi autocompattatori e per la differenziata. Stavano scherzando ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+4 # fuorisede 2018-05-11 09:34
"Nettamente e drasticamente calate le entrate"ma non era evidente questo?é difficile credere che persone con esperienza non prevedessero tutto ciò spero che chi di dovere a livello giuridico prenda in mano la cosa e faccia un pó di chiarezza o dobbiamo chiamare le iene?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # ciccio saporito 2018-05-12 08:43
Ora si attende l'insediamento di moccia che occuperà nei prossimi giorni la poltrona dell'assessorato all'ambiente lasciata dal lionetto.
Dai moccia non vediamo l'ora di vederti all'opera
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+2 # otello celetti 2018-05-12 09:01
Proporrei al sindaco/presidente di tenere un comizio sul tema IMMONDIZIA in una piazza pubblica di cerignola, ci venga a spiegare i suoi motivi sul FALLIMENdO SIA
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Altre Notizie

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk