Così Metta ha finito di sfasciare SIA srl e ha triplicato le tasse

Appena ha vinto le elezioni, nel 2015, Metta ha promesso opposizione al VI lotto di discarica. Una promessa evanescente, perché oltre a non poterla rispettare, era del tutto svincolata dalla normalità, visto che il VI lotto era stato già approvato con l’autorizzazione del 2014.

 

Quindi i due anni di opposizione, prima che ricambiasse idea e definisse “strategico” l’ampliamento di discarica, hanno prodotto soltanto un rallentamento delle procedure e minori introiti a SIA srl. Anzi, da quando Metta è presidente, complice l’esaurimento della discarica e la mancata pianificazione strutturale e industriale, il costo per lo smaltimento dei rifiuti è triplicato.

Rispetto al 2015 i cittadini del Consorzio Fg4 si trovano a pagare circa il triplo: tre anni fa, con il lotto ancora funzionante, il costo per lo smaltimento toccava circa 80 euro a tonnellata; oggi, con il trasporto agli impianti di Grottaglie o Taranto, verso cui la Sia è già in debito per 4 milioni, si spendono circa 220 euro a tonnellata.  A questo si aggiunge che i dipendenti sono stati senza stipendio per oltre 10 giorni e hanno invocato sciopero per il giorno del 15 febbraio, poi rientrato dopo l’appello del commissario dell’AGER Gianfranco Grandaliano.

Inoltre, gli altri otto sindaci del consorzio hanno contestato l’operato di Metta e del consiglio di amministrazione, tanto da richiedere un intervento della regione atto a “commissariare”, nella sostanza, ulteriori giravolte da parte di Metta pericolose per la tenuta di SIA srl, oggi travolta da debiti che tutti e 9 comuni hanno accumulato. Adesso, da Cerignola ai Reali Siti alla Bat, tutti sono chiamati a firmare il contratto e presentare un piano di rientro che sollevi la società: servono 4 giorni, altrimenti, come ha sostenuto Grandaliano, si passerà al Piano B.

E tutto va fatto in fretta e furia. E se Metta non avesse fatto inutile opposizione, e non avesse cambiato idea a giorni alterni, e avesse mostrato competenza oltre gli spot che si guarda con i suoi pochi adepti, oggi probabilmente i 300 dipendenti avrebbero gli stipendi in regola, la città sarebbe più pulita e gli impianti sarebbero già in costruzione o costruiti. Quando l’incompetenza diventa un danno.

 

 

 





Commenti 

 
+10 # Costantino bar 2018-02-22 14:43
E la differenziata?
Ma l'asssor che dec?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+3 # recchi d gomm 2018-02-22 22:01
Citazione Costantino bar:
E la differenziata?
Ma l'asssor che dec?

L'asssor è,e gh nu prss. Bast ca p'gli u stpendio...chi ton u sciuc gh u sinc.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+11 # Ufricaiul 2018-02-22 15:02
Piano piano ci si accorge del male che ha fatto l'imbroglione spara quaglie e la sua ciurma truffaldino. Delinquenti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+18 # costande mente 2018-02-22 15:29
Ecco finalmente esce un articolo che spiega come stanno realmente le cose.
Nonostante a me non piace granchè michele cirulli, credo però che questa volta ha esposto in maniera chiara come stanno veramente le cose, mostrando anche i numeri che chiariscono bene come quell'imbroglione di presidente della sia ha pensato di manipolare le nostre menti.
Il prestigiatore nella trasmissione radiofonica di trc , dice che lui sta facendo di tutto per salvare SIA e i suoi dipendenti. E si! prima li ha affossati negando la costruzione del vi lotto mandando i rifiuti nell'impianto di grottaglie che orora ci costano tre volte di più, per poi dare la colpa ai sindaci dei comuni vicini che non vogliono pagare.
CI HA LETTERALMENTE AFFOSSATI
Ora io mi chiedo, NON E' GIUNTO IL MOMENTO DI MANDARLO A CAGARE PUBBLICAMENTE TUTTI INSIEME?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-7 # Ospite 2018-02-22 20:34
Scusa Michele, in che cosa si traducono concretamente i due anni di opposizione? Ha osteggiato con atti o delibere o in altro modo la costruzione del VI lotto o questa sua opposizione ipocrita si è fermata "alle chiacchiere" in fase pre-elettorale?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+8 # disgustato 2018-02-23 10:04
C'E' UN FAMOSO PROVERBIO CHE DICE" CARNEVALE FA I DEBITI E LA QUARESIMA LI PAGA". CAUSA CATTIVA GESTIONE DEL PROBLEMA DEI RIFIUTI CHI VA DI MEZZO SIAMO SEMPRE NOI POVERI INCOLPEVOLI CITTADINI, CHE OLTRE A PAGARE LA TARI FRA LE PIU' CARE D'ITALIA, FRA POCO CI TROVEREMO AD ESSERE SOMMERSI DA MONTAGNE D'IMMONDIZIA. MA PERCHE' I RESPONSABILI DEL DANNO NON PAGANO MAI IN PRIMA PERSONA I LORO ERRORI?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # AndreaCicchetto 2018-02-24 18:18
Incolpevoli cittadini un corno!
Fondamentalmente siamo in prevalenza fascisti, ci piace l'uomo forte, che sa urlare, che sa minacciare da buon maledetto avvocato. Ora paghiamo il conto dicendoci che stavamo meglio quando stavamo peggio. Che sono tutti uguali, che l'esperienza è più necessaria dell'onestà. Il guaio grosso è che non sappiamo esprimere una politica migliore e continuiamo a fidarci di chi ci sa ingannare, ma ora le fette di salame sono rancide e puzzano potremmo pure togliercele dagli occhi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+5 # Filippo 2018-02-23 14:24
Crediamo che in fondo alle cose bisogna capire il problema SIA. Ad oggi si stava andando in proroga con il vecchio contratto con la SIA, scaduto ad agosto del 2016. Basta leggere quel contratto per capire quali servizi doveva offrire. Crediamo che il sindaco non lo abbia mai letto, tanto vero che ha regalato un sostanzioso addendum alla SIA, (per non parlare dell’aumento del trasporto in altre sedi dell’indifferenziato), non si sa per quali grandi servizi aggiuntivi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+6 # Filippo 2018-02-23 14:26
Abbiamo speso soldi per la derattizzazione, ed era previsto nel contratto, abbiamo speso soldi per la segnaletica orizzontale ed era prevista nel contratto, abbiamo assistito da qualche anno all'abbandono della pulizia della città prevista nel contratto e tanto altro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+7 # Filippo 2018-02-23 14:27
Si sapeva che non costruendo il IV lotto , ci saremmo trovati in questa situazione, con i vari aumenti. Oggi dopo tanto declarare da parte del sindaco, la realtà è questa : 1) il sesto lotto si farà, 2) la parte di SIA che riguarda gli impianti andranno ad ASECO, 3) che a rimetterci su tutti i fronti saremo noi cittadini. Di raccolta differenziata neanche a parlarne, il sindaco aspetta sempre i famosi 800.000,00 euro dalla regione, ma non ha capito che non può far conto su cose che non ha....come tante altri fondi che già da per scontato che avrà.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+9 # Filippo 2018-02-23 14:28
Che dire il nostro caro sindaco è stato davvero furbo, fa ricadere sempre la colpa ad altri..(vedi i comuni del consorzio), certo che è strano l'assenza dell'assessore all'ambiente....sapete chi è ????. State tranquilli che ci sono altri problemi, che stanno arrivando al pettine, vedi villa comunale, e tante altre ....un saluto a tutti i lettori....a proposito non è che Michele mi sia tanto simpatico, ma per noi scrive il vero.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # IL Rivoluzionario 2018-02-24 18:25
Vi è poco da aggiungere a quanto detto da Cirulli in questo articolo se non l’interrogativo che viene, ad una persona normale, coseguenziale sulla motivazione vera per cui il nostro sparaquaglie nel 2015 sosteneva costantemente la non realizzazione del VI lotto. Ritengo che ci possono essere validi motivi perché forse le aspettative sulla gestione dei rifiuti erano ben altre, non è un mistero che tale argomento fa gola a tanti, buoni e meno buoni, il nostro paese è pieno di questi casi che riguardano questo settore affaristico, riflettiamoci bene e stiamo attenti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Altre Notizie

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk