La provincia di Foggia covo dei combattenti ISIS? Espulsi due sospettati

In data 5 dicembre 2017 sono stati rimpatriati dall’Italia, con decreto di espulsione del Prefetto di Foggia e provvedimento di accompagnamento coattivo del Questore di Foggia, in quanto pericolosi per la Sicurezza Nazionale, due cittadini albanesi residenti in provincia di Foggia.

 

Nella tarda serata i soggetti  sono stati accompagnati in  Albania da personale della Polizia di Stato della Questura di Foggia (Ufficio Immigrazione e Digos), a bordo di una motonave in partenza dal porto di Bari e quindi  messi a disposizione dell’antiterrorismo albanese.

Le investigazioni  delle DIGOS di Foggia e Bari, nell’ambito di una pianificata azione di contrasto e prevenzione del terrorismo internazionale di matrice islamica con particolare riferimento al fenomeno dei foreign fighters dell’ISIS, sono state coordinate dalla Procura della Repubblica DDA di Bari e si sono avvalse del contributo informativo dell’AISI.

Le indagini infatti hanno fatto emergere come gli albanesi attraverso il web  fossero in collegamento con foreign fighters del ISIS; inoltre, nei social network avevano pubblicato documenti anti-occidentali ed antisemiti anche in concomitanza con attentati effettuati in Europa rivendicati dal gruppo terroristico in questione.  Nelle pagine dei rispettivi profili Facebook  - sui quali è stata condotta una approfondita azione di monitoraggio -  sono state rinvenute le foto dei soggetti espulsi mentre impugnavano delle armi.

A casa dei giovani, in provincia di Foggia, sono stati sequestrati -  a seguito di perquisizione disposta dalla Procura della Repubblica DDA di Bari -  alcuni computer e telefoni cellulari, materiale utile a ricostruirne la rete di contatti, anche se non sono emersi ulteriori legami con persone residenti in Puglia.

 


Commenti 

 
+1 # Pinuccio Bruno 2017-12-07 20:47
Chissà come saranno in pena i buonisti!!!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna