Metta-Pinocchio: le prove di quando si aprì SIA ai privati

Nel consiglio comunale tenutosi ieri, Franco Metta, sindaco di Cerignola e presidente del Consorzio di Bacino Fg4, ha accusato i consiglieri di opposizioni di essere ignoranti poiché leggono Marchiodoc.it, che a suo dire disinforma. Il punto su cui il cicognino ha perso le staffe riguarda un passaggio avvenuto l’anno scorso, quando vi è stata l’apertura di SIA nei confronti dei privati per la costruzione del sesto lotto di discarica.

 

Metta nega qualsiasi apertura ai privati (nel caso specifico Bonassisa e Biancofiore, rispettivamente denunciato a piede libero e arrestato per induzione alla corruzione per la nota storia del pacco di biscotti da 20 mila euro).

È vero ciò che dice il sindaco? Ovviamente no. Con la delibera del consorzio del 4 ottobre 2016 illustra quanto segue: la SIA srl rimane pubblica, ma a gestirla può essere il privato. E per questo Metta “propone all’assemblea (dei sindaci, ndr) di prendere atto della proposta” e che dopo la valutazione positiva del Cda i soci saranno chiamati ad esprimersi sul progetto di finanza di Bonassisa e Biancofiore.

Ma che il progetto di finanza presentato da Biancofiore e Bonassisa non fosse lettera morta, lo dimostra anche lo stesso sindaco quando, in un’intervista a Repubblica, spiegando la dinamica del famoso pacco di Natale, dice testualmente: “il 14 dicembre (Bonassisa, ndr) sarebbe stato ricevuto in Comune per presentare un progetto di finanza legato alla realizzazione del VI lotto di discarica”. Ma se non voleva dare nulla ai privati, a che serviva quell’incontro, visto che tra l’altro gli altri sindaci non si erano ancora espressi per suo volere? Poi il resto è cronaca. La storia è andata come sappiamo, con Metta che giustamente ha denunciato i due imprenditori per il tentativo di corruzione, come riconosciuto dal Gip.

Di seguito lo stralcio che dimostra la chiara apertura ai privati e la volontà esplicita di dare un nuovo assetto a SIA, in due "divisioni". Che Metta, non si sa perché, nega.

E dice, da anni, di non leggere Marchiodoc.it.

Forse perché chi legge Marchiodoc.it corre il rischio di capire sempre qualcosa in più su quello che succede.

La delibera (Reg. n° 53 del 4 ottobre 2016. Prot. N. 794 dell’11 ottobre 2016)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Commenti 

 
+18 # troppa grazia 2017-11-21 09:52
cirulli se gli viene un malanno per eccesso di bile sappi che la causa sono i tuoi articoli
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+16 # Spartaco 2017-11-21 10:25
Appena Biancofiore sistemerà la sua situazione, il sindaco non avrà neanche il tempo di pronunciare un metà culpa che sarà incriminato, così come già episodi in passato .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+9 # Informazione 2017-11-21 11:53
Parlando di Sia, sai dirci perché in città non ci sono più cassonetti per la plastica e la carta? E che fine fa quell’immondizia indifferenziata? Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # Costante baresi 2017-11-21 12:28
Quando inizia la differenziata?
So' 3 ann cumba'.
Ma che' ha capet
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-7 # Ramona 2017-11-21 12:47
Citazione Costante baresi:
Quando inizia la differenziata?
So' 3 ann cumba'.
Ma che' ha capet

Fatti un pacco di cazzi tuoi ritardato
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # Costante baresi 2017-11-21 15:17
Citazione Ramona:
Citazione Costante baresi:
Quando inizia la differenziata?
So' 3 ann cumba'.
Ma che' ha capet

Fatti un pacco di cazzi tuoi ritardato


Ta' ste cett .Mafious!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-1 # Ramona 2017-11-21 16:15
Citazione Costante baresi:
Citazione Ramona:
Citazione Costante baresi:
Quando inizia la differenziata?
So' 3 ann cumba'.
Ma che' ha capet

Fatti un pacco di cazzi tuoi ritardato


Ta' ste cett .Mafious!

Mafioso sei tu e il tuo sindaco!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-13 # ignoranza 2017-11-21 13:49
La legge prevede che possa essere un privato a proporre un progetto di finanza, l'enet pubblico deve valutarlo e se lo ritiene fattibile lo mette a gara. Pertanto non è stata la SIA a proporlo ma bensi dei privati con una manifestazione d'interessi. Il Cda doveva riterne o meno la proposta della procedura conveniente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # mirko 2017-11-22 14:38
Citazione ignoranza:
La legge prevede che possa essere un privato a proporre un progetto di finanza, l'enet pubblico deve valutarlo e se lo ritiene fattibile lo mette a gara. Pertanto non è stata la SIA a proporlo ma bensi dei privati con una manifestazione d'interessi. Il Cda doveva riterne o meno la proposta della procedura conveniente.


SCUSA IO NON CI CAPISCO NIENTE E HO LETTO GLI ARTICOLI E IL TUO COMMENTO E MI VIENE UNA DOMANDA. MA SE I PRIVATI VOGLIONO ENTRARE LEGGITTIMAMENTE E IO LEGGITTIMAMENTE NON LI VOGLIO FAR ENTRARE...ALLORA COSA DEVO VALUTARE? NON CAPISCO CHE DEVE VALUTARE IL CDA COME DICI TU
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+5 # michele 2017-11-22 14:42
beata ignoranza
quel che dici è vero , a proporlo è il privato ma a valutarlo è il consorzio capitanato da Metta, allora rispondi a questa prima domanda : perché prenderla in considerazione se non c'è volontà di dare il meglio di SIA al privato ? bada che si parla di quasi 100 milioni di euro solo per la discarica del VI lotto....
2 domanda : ha promesso in campagna elettorale che il VI lotto non sa da fare, con il V già pieno chi sta pagando il trasporto in altre discariche ?
se vuoi ti faccio altre domande ....ma prima documentati e poi ti renderai conto che il tuo intervento non serve a nulla , tanto i fatti sono all'occhio di tutti ..ma buona parte di questi tutti preferiscono tenerli chiusi e magari rispondere picche al giornalista, lui fa solo il suo mestiere ...informare...siamo noi che dobbiamo interessarci di più alla cosa pubblica.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Altre Notizie