Metta-Pinocchio: le prove di quando si aprì SIA ai privati

Nel consiglio comunale tenutosi ieri, Franco Metta, sindaco di Cerignola e presidente del Consorzio di Bacino Fg4, ha accusato i consiglieri di opposizioni di essere ignoranti poiché leggono Marchiodoc.it, che a suo dire disinforma. Il punto su cui il cicognino ha perso le staffe riguarda un passaggio avvenuto l’anno scorso, quando vi è stata l’apertura di SIA nei confronti dei privati per la costruzione del sesto lotto di discarica.

 

Metta nega qualsiasi apertura ai privati (nel caso specifico Bonassisa e Biancofiore, rispettivamente denunciato a piede libero e arrestato per induzione alla corruzione per la nota storia del pacco di biscotti da 20 mila euro).

È vero ciò che dice il sindaco? Ovviamente no. Con la delibera del consorzio del 4 ottobre 2016 illustra quanto segue: la SIA srl rimane pubblica, ma a gestirla può essere il privato. E per questo Metta “propone all’assemblea (dei sindaci, ndr) di prendere atto della proposta” e che dopo la valutazione positiva del Cda i soci saranno chiamati ad esprimersi sul progetto di finanza di Bonassisa e Biancofiore.

Ma che il progetto di finanza presentato da Biancofiore e Bonassisa non fosse lettera morta, lo dimostra anche lo stesso sindaco quando, in un’intervista a Repubblica, spiegando la dinamica del famoso pacco di Natale, dice testualmente: “il 14 dicembre (Bonassisa, ndr) sarebbe stato ricevuto in Comune per presentare un progetto di finanza legato alla realizzazione del VI lotto di discarica”. Ma se non voleva dare nulla ai privati, a che serviva quell’incontro, visto che tra l’altro gli altri sindaci non si erano ancora espressi per suo volere? Poi il resto è cronaca. La storia è andata come sappiamo, con Metta che giustamente ha denunciato i due imprenditori per il tentativo di corruzione, come riconosciuto dal Gip.

Di seguito lo stralcio che dimostra la chiara apertura ai privati e la volontà esplicita di dare un nuovo assetto a SIA, in due "divisioni". Che Metta, non si sa perché, nega.

E dice, da anni, di non leggere Marchiodoc.it.

Forse perché chi legge Marchiodoc.it corre il rischio di capire sempre qualcosa in più su quello che succede.

La delibera (Reg. n° 53 del 4 ottobre 2016. Prot. N. 794 dell’11 ottobre 2016)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Commenti 

 
+18 # troppa grazia 2017-11-21 09:52
cirulli se gli viene un malanno per eccesso di bile sappi che la causa sono i tuoi articoli
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+16 # Spartaco 2017-11-21 10:25
Appena Biancofiore sistemerà la sua situazione, il sindaco non avrà neanche il tempo di pronunciare un metà culpa che sarà incriminato, così come già episodi in passato .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+9 # Informazione 2017-11-21 11:53
Parlando di Sia, sai dirci perché in città non ci sono più cassonetti per la plastica e la carta? E che fine fa quell’immondizia indifferenziata? Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # Costante baresi 2017-11-21 12:28
Quando inizia la differenziata?
So' 3 ann cumba'.
Ma che' ha capet
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-7 # Ramona 2017-11-21 12:47
Citazione Costante baresi:
Quando inizia la differenziata?
So' 3 ann cumba'.
Ma che' ha capet

Fatti un pacco di cazzi tuoi ritardato
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # Costante baresi 2017-11-21 15:17
Citazione Ramona:
Citazione Costante baresi:
Quando inizia la differenziata?
So' 3 ann cumba'.
Ma che' ha capet

Fatti un pacco di cazzi tuoi ritardato


Ta' ste cett .Mafious!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-1 # Ramona 2017-11-21 16:15
Citazione Costante baresi:
Citazione Ramona:
Citazione Costante baresi:
Quando inizia la differenziata?
So' 3 ann cumba'.
Ma che' ha capet

Fatti un pacco di cazzi tuoi ritardato


Ta' ste cett .Mafious!

Mafioso sei tu e il tuo sindaco!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-13 # ignoranza 2017-11-21 13:49
La legge prevede che possa essere un privato a proporre un progetto di finanza, l'enet pubblico deve valutarlo e se lo ritiene fattibile lo mette a gara. Pertanto non è stata la SIA a proporlo ma bensi dei privati con una manifestazione d'interessi. Il Cda doveva riterne o meno la proposta della procedura conveniente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # mirko 2017-11-22 14:38
Citazione ignoranza:
La legge prevede che possa essere un privato a proporre un progetto di finanza, l'enet pubblico deve valutarlo e se lo ritiene fattibile lo mette a gara. Pertanto non è stata la SIA a proporlo ma bensi dei privati con una manifestazione d'interessi. Il Cda doveva riterne o meno la proposta della procedura conveniente.


SCUSA IO NON CI CAPISCO NIENTE E HO LETTO GLI ARTICOLI E IL TUO COMMENTO E MI VIENE UNA DOMANDA. MA SE I PRIVATI VOGLIONO ENTRARE LEGGITTIMAMENTE E IO LEGGITTIMAMENTE NON LI VOGLIO FAR ENTRARE...ALLORA COSA DEVO VALUTARE? NON CAPISCO CHE DEVE VALUTARE IL CDA COME DICI TU
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+5 # michele 2017-11-22 14:42
beata ignoranza
quel che dici è vero , a proporlo è il privato ma a valutarlo è il consorzio capitanato da Metta, allora rispondi a questa prima domanda : perché prenderla in considerazione se non c'è volontà di dare il meglio di SIA al privato ? bada che si parla di quasi 100 milioni di euro solo per la discarica del VI lotto....
2 domanda : ha promesso in campagna elettorale che il VI lotto non sa da fare, con il V già pieno chi sta pagando il trasporto in altre discariche ?
se vuoi ti faccio altre domande ....ma prima documentati e poi ti renderai conto che il tuo intervento non serve a nulla , tanto i fatti sono all'occhio di tutti ..ma buona parte di questi tutti preferiscono tenerli chiusi e magari rispondere picche al giornalista, lui fa solo il suo mestiere ...informare...siamo noi che dobbiamo interessarci di più alla cosa pubblica.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Altre Notizie

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk