Primo incontro nel PD ed è quasi rissa: ipotesi scissione?

Il primo incontro del nuovo corso del Partito Democratico finisce quasi in rissa. Il direttivo che avrebbe dovuto segnare il passaggio di consegne tra l’ex segretario Tommaso Sgarro, di area gentiliana, e il nuovo leader Sabina Ditommaso, si è caratterizzato per forti momenti di tensione, tanto che, mercoledì sera, la riunione è stata sospesa anzitempo.

 

Che parte del PD non abbia ancora metabolizzato la sconfitta inaspettata del mese scorso, lo si è capito sin da quando non si è riusciti nemmeno a trovare la quadra sul tesoriere, che tra l’altro è lo stesso da otto anni e ha servito ogni segretario (con una breve interruzione biennale). A dividere le due fazioni sono i rapporti con il governatore Michele Emiliano: i gentiliani hanno alzato muri contro il presidente della Regione Puglia, mentre più morbido è l’atteggiamento di Ditommaso, Dalessandro e Giordano rispetto alla “filiera istituzionale” dei democratici.

Mentre le porte, a detta di maggioranza e opposizione interna, rimarranno chiuse per tutti i pezzi vecchi e nuovi dell’esperienza civica legata a Franco Metta. L’accusa di “tradimento” mossa da Sgarro e dagli altri gentiliani è legata in particolar modo all’apertura verso il governatore, circostanza che Ditommaso&Co respingono con un nuovo progetto che porti il partito fuori dall’isolamento istituzionale oggi esistente e che è stato generato dai personalismi dell’europarlamentare Elena Gentile dapprima con Michele Emiliano e poi con l’assessore regionale Raffaele Piemontese.

Nel consueto circolo di provocazioni e aggressività, il coordinamento è saltato e alla segretaria Ditommaso non è restato altro che chiudere i lavori prima del tempo dopo l’intervento di Nicola Giordano, che a muso duro ha battibeccato in maniera veemente con Sgarro. Sarà rinviata dunque a data da destinarsi anche la presentazione della segreteria della Ditommaso, che avrebbe scelto Maria Dibisceglia come vice e ad affiancarla Rocco Dalessandro, Nicola Giordano, Giovanni Grieco e, per l’area Orlando, Gino Gaudiero e uno tra Franco Palumbo o Matteo Valentino.

La settimana calda era stata preannunciata da altre polemiche per una cena tra il nuovo gruppo dirigente del PD e l’accoppiata Piemontese-Azzarone. Niente di eclatante, dato l’appoggio esplicito fornito dalla maggioranza piddina al neo segretario provinciale dem, ma la circostanza ha creato attriti e accuse, se addirittura l’europarlamentare si è mossa di persona per constatare l’incontro avvenuto presso una nota e frequentata pizzeria ofantina. C’è chi pensa anche alla scissione, qualora il Partito Democratico dovesse seguire il modello Emiliano – civici alla prossima tornata elettorale delle politiche. La possibilità che a beneficiare dei fuoriusciti piddini gentiliani sia Mdp non è peregrina.


Michele Cirulli

 

 

 

 

 

 

 


Commenti 

 
-1 # Sacc 2017-11-10 14:12
A casa tutti. Ci avete rotto il [censurato].
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-2 # Sacc 2017-11-10 14:13
Il pane.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-4 # Sacc 2017-11-10 14:13
Il pene
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+3 # MURTATELL 2017-11-11 16:22
Citazione Sacc:
A casa tutti. Ci avete rotto il [censurato].

TOMMASO, NON TI SFIATARE !!! L'UNICO TROMBATO SEI TU ! LA GENTILE GIOCA A TUTTI I RUOLI . SOPRATTUTTO CON GIORDANO. E' UN TANDEM COLLAUDATO.HANNO GLI SGHEI. CI HAI PROVATO. E PENSARE CHE TI PARAGONAVI AD ENEA CHE PORTAVA SULLE SPALLE IL PADRE ANCHISE. QUANTE CAZZATE TI HANNO FATTO DIRE !.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-1 # Curioso 2017-11-10 14:18
E nel progetto firmato gli incontri tra Dalessandro liscio Roberto ruocco e digioa a casa mandrino cosa significano ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+2 # Alessandro Di Daniele 2017-11-10 15:02
E degli incontri tra D'alessandro, ET, Peppa Pig e Putin a casa dei Simpson ne vogliamo parlare?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-1 # MURTATELL 2017-11-11 15:58
Citazione Alessandro Di Daniele:
E degli incontri tra D'alessandro, ET, Peppa Pig e Putin a casa dei Simpson ne vogliamo parlare?

SENTO PUZZA DI INTERESSI PERSONALI ALLA BASE DELLE RAGIONI DELLA SECESSIONE. GIORDANO E' UNO CHE BADA AL RACCOLTO, DALESSANDRO MESSO ALLA DIREZIONE DELL'OSPEDALE MENTRE ERA IN CARDIOLOGIA E GLI HANNO PERMESSO DI FAR PRENDERE VOTI AL FIGLIO ( SCONOCIUTO E ANONIMO ), CICOLELLA PROVENIENTE DALLA DESTRA. MA LA GENTILE NON SAPEVA CON CHI AVEVA A CHE FARE ?. SE LO SAPEVA, BEN GLI STA. SE NON LO SAPEVA C'E' DA DUBITARE DELLE SUE CAPACITA' POLITICHE. IN TUTTI E DUE I CASI IL RISULTATO ERA SCONTATO. IL PD SARA' SCONFITTO DA "CAPITANATA CIVICA", CHE PORTERA' LISCIO ALLA REGIONE. VUOL DIRE CHE GIORDANO, CICOLELLA, E SOPRATTUTTO DALESSANDRO HANNO FATTO UN PATTO CON COSTUI. LA "FILIERA" E' TUTTA QUI.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-7 # Cicognino 2017-11-11 07:54
Devo riconoscere al mio vicesindaco Rino Pezzano una straordinaria capacità di prevedere le vicende del Pd di Cerignola.
Elena stai serena, il tuo tempo e' passato, il futuro non può aspettare.
Michele Emiliano e Franco Metta stanno rivoluzionando la politica, adeguandola alle esigenze dei cittadini.
Gli ex-gentiliani passati nella squadra di Emiliano non devono sentirsi in imbarazzo nel dichiarare pubblicamente di aver cambiato idea anche sull'operato del Sindaco Metta: ricordino a chi li accusa di tradimento che solo gli stupidi non cambiano mai idea!!!
Rino e Leo hanno già fatto questo percorso ed ora stanno realizzando i loro sogni politici.....forza ragazzi!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+4 # MURTATELL 2017-11-11 16:08
Citazione Cicognino:
Devo riconoscere al mio vicesindaco Rino Pezzano una straordinaria capacità di prevedere le vicende del Pd di Cerignola.
Elena stai serena, il tuo tempo e' passato, il futuro non può aspettare.
Michele Emiliano e Franco Metta stanno rivoluzionando la politica, adeguandola alle esigenze dei cittadini.
Gli ex-gentiliani passati nella squadra di Emiliano non devono sentirsi in imbarazzo nel dichiarare pubblicamente di aver cambiato idea anche sull'operato del Sindaco Metta: ricordino a chi li accusa di tradimento che solo gli stupidi non cambiano mai idea!!!
Rino e Leo hanno già fatto questo percorso ed ora stanno realizzando i loro sogni politici.....forza ragazzi!!!
GLI STUPIDI NO CHE NON CAMBIANO MAI IDEA. GLI OPPORTUNISTI SI!!! ANCHE SPESSO. SPECIE QUANDO LE IDEE RIGUARDANO GLI INTERESSI...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # Pinuccio Bruno 2017-11-11 23:01
Era assolutamente inevitabile che improperi e non solo si verificassero anche in via Mameli. Il Pd nazionale ormai è in una fase di codesto stampo da tempo. Il riverberarsi di detta situazione a livello di base non fa altro che frantumare il Partito in fazioni piene di livore fortemente contrapposte tra esse. Tutto ciò, strana coincidenza, porta acqua al mulino di Metta. Come? Facile dedurlo. La parte del PD locale che ha “pugnalato” la Gentile sta dalla parte del Governatore Emiliano. Lo stesso Emiliano che benedice la nascita di Capitanata Civica, voluta dal medesimo su interposta personalità istituzionale a livello regionale ( Di Gioia), in cui militano Metta, Pezzano, Paparella, e che alla presidenza della stessa viene nominato il consigliere comunale Daniele Dalessandro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # Pinuccio Bruno 2017-11-11 23:03
Mbeh, mi chiedo: come potranno mai essere avversari politici a livello istituzionale i vari Dalessandro, Cicolella, Di Bisceglie. Rendine se tutti costoro fanno parte della stessa neo “ famiglia politica” Capitanata Civica, appunto? Metta, quindi, ne esce rafforzato. E nei prossimi consigli comunali ne avremo la contro prova. Il fatto che, ad esempio, sul Caso Scuola Agraria il PD ( ed anche Forza Italia) ha solo fatto VERGOGNOSA DEMAGOGIA la dice già lunga sul nuovo asse: parte del PD che fa capo a Emiliano -Metta- Paparella-Pezzano. E la ciliegina sulla torta è rappresentata da Forza Italia, la quale gioca a nascondino sin dalla nascita di codesta Amministrazione, strizzando l’occhio a chi il prima persona la rappresenta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Altre Notizie