Morte Daniel Mensah, Pezzano: "Nessuna speculazione"

“La morte di Daniel Mensah ha colpito tutto noi e ci deve far riflettere, ma non permetto a nessuno di attuare uno sciacallaggio politico. Chi non sa farebbe bene a tacere piuttosto che speculare vergognosamente sulla morte del giovane ghanese. Ringrazio tutti coloro che si sono adoperati per accudirlo e hanno provato a trovargli una sistemazione, anche se purtroppo questo non ha prodotto i risultati sperati”.

 

E’ il commento dell’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cerignola, Rino Pezzano, all’indomani della morte di Daniel Mensah, avvenuta a Borgo Tre Titoli.

Daniel era un cittadino irregolare e viveva nella borgata alle porte di Cerignola. Il Comune ofantino, nonostante lo stato di irregolarità, aveva provveduto ad alloggiarlo presso l'ospizio Manfredi e Solimine. Poco dopo, però, il ragazzo è tornato a Borgo Tre Titoli. Nel mese di giugno è stato ricoverato presso l’ospedale Tatarella e, dopo essere stato dimesso, il giovane aveva trovato ospitalità nel Centro di Accoglienza “San Giuseppe”: Daniel, anche in questo caso, poco dopo ha deciso liberamente di lasciare la struttura.

Nel frattempo, anche lo Sportello dell’Immigrazione si è mosso per sanare la sua situazione di irregolarità, che di fatto e per legge impediva ogni possibilità di intervento pubblico e istituzionale. E’ stata inviata una mail alla Questura di Foggia, con la richiesta urgente del permesso di soggiorno per Daniel a causa dei motivi umanitari. Ciò accadeva precisamente il 21 luglio: ad oggi, lo Sportello non ha avuto nessuna risposta. Poco dopo, il 6 agosto, è stato proposto al giovane il progetto di rimpatrio assistito per motivi di salute, ma Daniel ha rifiutato la proposta. Nel mese di settembre, in accordo con Comune e Asl, lo Sportello ha provato a trovare una sistemazione per Daniel presso una struttura protetta Rsa, ma purtroppo l'assenza dei documenti e l’assenza della risposta della Questura in merito all’istanza lanciata dallo Sportello ha impedito per legge il suo collocamento.

Ed infine anche il corpo di Polizia Municipale del comune di Cerignola, con la collaborazione del comandante Delvino è più volte intervenuto in questa situazione così tanto delicata.

“Con suor Paola e lo Sportello dell’Immigrazione abbiamo provato di tutto – aggiunge Pezzano – Lui aveva deciso così. Sono davvero indignato, purtroppo abbiamo perso questa battaglia, ma non permetto a nessuno di speculare sulla vicenda, soprattutto a chi non ha mosso un dito per risolvere la situazione”, conclude Pezzano.

 

 


 

 


Commenti 

 
+3 # Senza speranze 2017-10-25 13:28
Questa è bassa politica. Macellai della politica. Non è neccario pontificare a tutti i costi. Una morte è sempre una tragedia ma non ci devono essere responsabili. Non conosco la storia del ragazzo morto ma conosco quanto scorretto sia strumentalizzata questa notizia è farne uno spot pubblicitario. Il pd ho toccato il fondo ma la maggioranza non naviga in acqua migliori. È compito della politica assolvere a questo compito. È dovere delle istituzioni. Ma come al solito piuttosto che fare un atto di resipiscenza scaricata sui cittadini i sensi di colpa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # Rinoooo 2017-10-25 13:44
Scusatemi io non per dire, ma invito a leggere attentamente il comunicato del PD. Non mi pare ci sia la volontà di speculare anzi... al contrario... un invito rivolto a tutti a fare di più.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+6 # infatti 2017-10-25 14:07
infatti Pezzano dicendo di non speculare specula lui stesso.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+3 # IL FALLIMENTO 2017-10-25 13:50
NON RIESCO A CREDERCI CHE DANIEL AVESSE PREFERITO UNA TENDA AD UN TETTO SOLIDO SULLA TESTA. MA SAPETE COSA VUOL DIRE CONVIVERE CON UNA MALATTIA? SI VUOL AD OGNI COSTO SENTIRSI A POSTO CON LA COSCIENZA, SPERO SOLAMENTE CHE PER I RESPONSABILI DI QUESTA MORTE, CHI DOVEVA FARE E NON HA FATTO, DANIEL NON LI FACCIA PIU' AVERE UN SONNO TRANQUILLO, PER IL RESTO DELLA LORO VITA.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+2 # Statt cett 2017-10-25 20:57
Pezzano, stai zitto. Pubblicizzi solo le fesserie. Prega per quel poveretto e ritirati perché anche tu sei finito.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # cittadino 2017-10-26 18:24
Pezzano è un elemento politico incommentabile. Prima amministratore con Matteo Valentino, poi con la Gentile e poi ancora con Metta. Per lui è importante essere al potere e gestire qualcosa. basta guardare il suo curriculum per vedere che ha vissuto sempre di fortuna e grazie ai voti di altri. Nel 2005 è diventato consigliere, perchè si dimise Dalessandro nella Margherita, nel 2013 è diventato consigliere provinciale con i voti del PD di Elena Gentile e nel 2015 consigliere comunale grazie alla Zamparese, che gli ha portato i voti. Nonostante tutto al primo turno non aveva avuto i voti sufficienti e se Metta avesse perso, lui non sarebbe uscito. Ora si sente onnipotente perchè fa l'assessore ed il vice sindaco "per opera dello spirito santo". Si vergogni.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Altre Notizie