Caso Agrario, si presenta una sola ditta. Comitato a oltre 8200 firme

Mentre il comitato nato per la salvaguardia dell’istituto agrario di Cerignola continua nella sua opera di opposizione alla permuta di alcuni terreni della scuola in cambio di un nuovo palazzetto dello sport, l’amministrazione comunale tira dritto per la sua strada e porta a chiusura la gara contestata da più parti.

 

A esprimere dubbi non solo il dirigente scolastico Pio Mirra, gli studenti, le sigle sindacali e l’assessore regionale Sebastiano Leo, ma anche un consistente numero di cittadini.

Le firme raccolte fino a questo momento, infatti, sono circa 8200 ma nonostante ciò non ci sono ripensamenti rispetto all’idea di cedere un ettaro di terra, costruire un Palazzetto dello Sport e dare in cambio al privato un’area su cui costruire un centro commerciale. Il 6 settembre scorso sono scaduti i termini della procedura aperta entro cui presentare le candidature, secondo i criteri dell’offerta economica vantaggiosa, per l’operazione pensata dall’amministrazione comunale.

A presentare richiesta una sola ditta di Noci (Bari): il 13 settembre, poi, vi sarà la prima seduta pubblica con l’apertura delle buste che conterrà le possibili migliorie sul progetto di permuta dei terreni. Il Palazzetto dello Sport verrà costruito nei pressi della rotatoria che connette alla tangenziale, alla 16bis, e alla SP98; il centro commerciale – o in alternativa un parcheggio- sarà invece costruito su Viale Scuola Agraria, nei pressi degli orti urbani. Pare che anche Coldiretti, Confagricoltura e CIA si stiano interessando al caso, su cui la maggioranza di governo, in maniera compatta come non succedeva da tempo, ha dato assenso.

“L’esigenza di costruire un nuovo palazzetto dello sport nasce dai grandi risultati ottenuti dalle nostre squadre di basket e di pallavolo. Con il passaggio di categoria in serie B, difatti, ci sono numerose prescrizioni da rispettare, come quella relativa al numero di spettatori: il Pala Dileo ne può ospitare appena 99, e le nuove regole non permettono la partecipazione ai campionati se non ci si mette subito a norma nel giro di un anno”, spiega l’assessore alle politiche giovanili e allo sport Carlo Dercole.

Per creare i nuovi impianti sportivi, però, si ricorrerà ai terreni dello storico istituto diretto da Pio Mirra. Una manovra che per molti ha avuto le caratteristiche di un vero e proprio “scippo”, soprattutto perché in quel perimetro – già precedentemente ridimensionato con la nascita di campetti, canili e altro- nascerà un supermarket, che evidentemente stona con la mission didattica individuata per quegli appezzamenti di terra. “All’agrario non succederà nulla – assicura Dercole- e le attività partiranno in maniera regolare. Conosco il preside Mirra come persona perbene e intelligente e mi sarei aspettato proposte più che scendere in prima linea con i soliti noti che stanno tutto il giorno su Facebook a criticare. Potrebbe esserci un ipermercato? Bene, perché non pensare di dare una vetrina o costruire un punto vendita dei prodotti commercializzati dall’Agrario?”, propone l’assessore allo sport. Che non risparmia critiche: “Perché non ci sono state polemiche quando nel 2014 è stata deliberata la nascita di un canile nei terreni dell’agrario?”

Michele Cirulli

 

 

 

 


Commenti 

 
+10 # Il mago 2017-09-13 13:53
Era prevedibilissimo che partecipasse solo la ditta che dovrebbe acquistare e costruire. Tutto programmato. Speriamo che la legge prevalga sul malaffare. Vergogna!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+5 # Cittadino 2017-09-13 13:53
Il canile risale al 2916 ed è sempre merito della ciurma Metta. Comunque fa bene "Gli Amici di Balto" a stare ferma ... il TAR darà ragione alla scuola
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+6 # Ex alunni 2017-09-13 13:58
Caro Assessore allo sport non dimenticare l'aiuto che hai avuto a scuola dal prof Mirra che ti ha trasformato in un uomo. Prof siamo con te.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+5 # Cittadino 2017-09-13 13:58
Vuole essere 2016 non 2916.Perdonate
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-18 # Cicognino 2017-09-13 14:31
Mi risulta che delle 8200 firme, 8100 sono taroccate...tornate in classe....pensate a lavorare e studiare, sfaccendati!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+4 # PATRIZIO MUGHIJ 2017-09-13 21:24
Citazione Cicognino:
Mi risulta che delle 8200 firme, 8100 sono taroccate...tornate in classe....pensate a lavorare e studiare, sfaccendati!!

Qui un taroccato C'È e sei tu caprone lecca culo.La FALSITÀ la RAPPRESENTA IL tuo duce.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+10 # Il giustiziere . 2017-09-13 16:22
Ancora un appalto truccato. Tutto preparato nelle segrete stanze e servito su un piatto d'argento. Ma come mai non si indaga?2
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+5 # PATRIZIO MUGHIJ 2017-09-13 21:14
Ancora MALAFFARE ABUSI di atti d'ufficio concussione fraudolenta...metta:colluso con il MALAFFARE...il genero...è un bamboccione senza capacità=capra. Sono tutti faccendieri...ognuno fa i fattacci PERSONALI, senza un minimo di benefici per la popolazione.METTA...È UN CIARLATANO...IL RESTO DELLA CIURMA...ASSESSORI CAPO GABINETTO TUTTI STIPENDI RAPINATI...SPERIAMO CHE LA MAGISTRATURA, FACCIA LUCE SU QUESTI ABUSI DI POTERE...E DI PERSONAGGI OCCULTI CHE SI MASCONDONO DIETRO A QUESTA AMMINISTRAZIONE DI FACCENDIERI.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-8 # Cicognino 2017-09-14 06:42
Le firme taroccate faranno la solita fine che viene riservata a queste pagliacciate: buttate in un cestino!!!
Chi vuol far politica si faccia eleggere in consiglio comunale, se ne ha la capacità..... Altro che firme e gazebo.
Tutti quelli che blaterano su Facebook contro il Sindaco Metta, sono persone che alle scorse elezioni non hanno preso nemmeno i voti dei loro familiari......i peggiori di loro, poi, non hanno avuto nemmeno il coraggio di candidarsi.....
Cerignola, purtroppo, è politicamente immatura e temo che anche nelle prossime amministrative ci saranno liste civiche ridicole (tipo Voci Nuove o Cerignola Adesso) a supporto di qualche stravagante personaggio che, dall'oggi al domani, sente di aver la vocazione per la politica.
Andate a lavorare , sfaccendati!!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+2 # Cicognetto 2017-09-15 08:30
Cicognino ve accughi la gramign
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Altre Notizie