Inaugurata la pista di mountain bike al Palazzetto

Taglio del nastro, ieri mattina, per la nuova pista di Mountain Bike in Via dei Mandorli a Cerignola, a ridosso del Pala “Dileo”. A tagliare il nastro il sindaco di Cerignola Franco Metta e presente inoltre l’assessore allo Sport e alle Politiche Giovani Carlo Dercole. I lavori fortemente voluti dall’Amministrazione Comunale e svolti della Special Bike Soc coop, sono durati diversi mesi a causa di vicende giudiziarie che hanno dato seguito ad un serie di ritardi per poi concludersi accertando l’idoneità della struttura.

 

La pista è frutto di una intesa tra il pubblico ed il privato concretizzata in una convenzione stipulata fra le due parti: il Comune di Cerignola e la Special Bike Soc coop.

Il risultato è chiaro ed evidente, a partire già da oggi Cerignola è dotata di uno degli impianti sportivi più moderni e all’avanguardia dell’intera Capitanata e non solo, che consentirà la fruizione da parte di tutti i ciclisti. La struttura, inoltre, si dota di un impianto di illuminazione efficiente che contribuisce a rendere più illuminata anche la zona circostante.

“Ho sofferto tantissimo perché tutti ci ricorderemo delle prime pagine di alcuni giornali locali che quasi esultavano per il sequestro della pista di mountain bike - dichiara Carlo Dercole, assessore allo Sport e Politiche Giovanili -, oggi che stiamo inaugurando la struttura chissà se quei giornali ci dedicheranno qualche titolo”.

La Special Bike Soc coop da anni attiva nel campo imprenditoriale e sportivo di Cerignola ha svolto i lavori e ad essa competerà anche la gestione della struttura, organizzando una serie di appuntamenti fissi per gli appassionati di ciclismo: “ È un’emozione unica -ha esordito Vito Diciolla,della Special Bike Soc coop, nonché maestro federale di ciclismo-avere il giorno dell’inaugurazione insieme parenti, amici,il mio staff e tutti coloro

che hanno contribuito a realizzare il successo dell'inaugurazione.É stato un anno ricco di difficoltà, imprevisti e fatiche, ma ha portato alla realizzazione di un importante traguardo per la Società e l'intero paese-infine, conclude- ringrazio il sindaco e l'amministrazione per la vostra presenza e per aver avuto fiducia in noi come Azienda, ma soprattutto come famiglia, concedendoci questo terreno; che è la base di questo progetto".

“Abbiamo sostituito una discarica a cielo aperto con una struttura sportiva da far invidia a tutta Italia - aggiunge Dercole -, ai fomentatori di odio mi sento di dire che continuando di quel passo faranno del male saltato alla nostra città. Ringrazio - conclude l’assessore del comune ofantino - la Special Bike Soc coop, vera artefice di questa struttura e penso che oggi anche loro siano orgogliosi del lavoro svolto”.

La giornata poi è andata avanti ad oltranza con le varie gare cicliste degli appassionati giunti da ogni parte d’Italia, con la presenza della FCI (Federazione Ciclistica Italiana) e del CONI.

Da evidenziare, infine, la presenza del sindaco Franco Metta: “Dove c’era sporcizia e degrado ora sorge un impianto sportivo e di eccellenza che arricchisce la nostra città - dichiara Metta -, c’è voluto tanto lavoro e tenacia. I fatti oggi sono solo gli occhi di tutti e si sa’ sono quelli che contano. Ringrazio in particolare Vito Diciolla e Carlo Dercole - conclude il sindaco -, due giovani intraprendenti e con tanto spirito di iniziativa”.

 

 


 


Commenti 

 
+5 # Cittadino 2017-09-04 12:41
Altra cretinata per non far pensare ai seri problemi del paese.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+4 # Patrizio all inizio fattizio 2017-09-05 07:09
ma è vero che il primno a fare a una ruota era il sindaco? e il secondo a sgommare era l'assessorucolo? Un caro saluto a Patrizio 5 settembre
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # Costante il capellone 2017-09-05 22:29
Io mancavo all'inaugurazione, mi sono ripromesso che non appena riesco a togliermi la maschera, me lo vado a fare un giro. Peccato che non potrò indossare il caschetto, la mia "fluente" chioma non me lo permette.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Altre Notizie