Omicidio Tango: si costituisce l'assassino. Ecco cosa è successo

Si è costituito l’assassino di Stefano Tango, il 46enne ammazzato ieri mattina in zona Cimitero nei pressi di un centro scommesse. Si tratta di Leonardo Dimmito, classe 84, che alle prime luci dell’alba si è presentato al commissariato accompagnato dal suo legale confessando il delitto.

 

L’omicidio di Tango sarebbe avvenuto per “rancori personali” dovuti ad alcune trattative riguardanti dei tir, ma sul movente la polizia ed i carabinieri – che da ieri lavorano fianco a fianco per la risoluzione del caso- stanno ancora vagliando tutte le ipotesi. A pregare per la costituzione dell’assassino, già nella serata di ieri, era stato il vescovo della diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano, mons. Luigi Renna, che attraverso una lettera aperta aveva invitato il carnefice “a consegnarsi”.

Inoltre sarebbe stata recuperata anche l’arma del delitto. Con un colpo al torace, e non al volto come inizialmente si era pensato, Dimmito ieri mattina ha ucciso Stefano Tango, mentre la figlia della vittima, di pochi anni, si trovava in auto ed ha assistito alla scena brutale.

 

 

 


Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Altre Notizie