Metta: "La giunta non si tocca". Paparella: "Ok al bilancio, ma valutiamo appoggio esterno"

Franco Metta sfiderà Federazione Civica in consiglio comunale, ma Paparella fa sapere che il voto sul bilancio è garantito. In una intervista il primo cittadino definisce la situazione da “dilettanti allo sbaraglio” e segna il percorso che vi sarà nelle prossime ore: consiglio comunale, nessuna modifica in giunta ed eventualmente nuova ricandidatura se non vi saranno i numeri per proseguire.

 

“Farò un discorso politico. Ovviamente se non avrò i numeri non esiterò ad andare a casa,  ma certamente non mi ritirerò s vita privata: dal giorno dopo ricomincerò una nuova campagna elettorale per chiedere alla mia città di farmi concludere almeno un primo mandato. E di giudicarmi all'esito di quello" dichiara il sindaco a Foggiatoday.

Dal fronte Federazione Civica è Leonardo Paparella ad indicare, invece, quale sarà la strada del suo gruppo in vista del bilancio consuntivo, su cui tra l’altro pende un ultimatum della Prefettura: “Voteremo il bilancio perché è un atto dovuto nei confronti della città, ma stiamo valutando tutte le ipotesi, compreso l’appoggio esterno a partire da giovedì. Non siamo legati alle poltrone, a differenza di chi nel corso della sua vita politica ha dimostrato invece di essere legato alle cariche, ma non siamo nemmeno ricattabili”, attacca il presidente del consiglio.

“Non abbiamo chiesto la testa di nessuno, possiamo anche rendere pubblico il documento che abbiamo inviato al sindaco. Se Metta è convinto che non vi sarà bisogno di nessun ritocco in giunta, se ne assuma le responsabilità. È troppo comodo oggi attaccarci, ma non accettiamo provocazioni: in fondo a  chiedere la testa di qualcuno è stata la Cicogna, non Federazione Civica”, aggiunge Paparella, la cui posizione di presidente del consiglio era stata messa in discussione proprio dai cicognini. “Quando avranno 13 firme potranno sfiduciarmi e mi farò da parte”. Ora però ce ne sarebbero appena 8.

“Non credo sia uno scandalo chiedere una verifica di giunta dopo due anni di mandato. Il sindaco non è d’accordo? Bene, vada per la sua strada, noi non abbiamo messo mai in discussione la vita di questa amministrazione e non abbiamo ricattato nessuno. Al contrario sono stati i cicognini, a turno, a ricattare il sindaco con le assenze”, prosegue Paparella.

In questa crisi di governo Federazione Civica va incontro allo sfascio, perdendo presumibilmente due componenti quali il vicesindaco Rino Pezzano e l’ex capogruppo Ale Frisani, fedeli alla linea del primo cittadino: “Prendiamo atto di non avere più assessori in giunta, visto che qualcuno si è comportato da cicognino mascherato”, dice senza mezzi termini Paparella. In mattinata Pezzano ha comunicato via social: “Tradito da chi non ha avuto il coraggio di assumersi la responsabilità delle proprie azioni. La pochezza del comportamento assunto non merita altro commento. Sono sereno. Il mio anno di intenso lavoro è nelle mani del sindaco e della città”.

Dunque il voto di Federazione Civica in consiglio è garantito. La maggioranza, come avevamo preannunciato, rimane nelle mani di Franco Metta. L’immediato futuro è la vera incognita: come si comporteranno Paparella e i suoi? Provvederanno a fornire un appoggio esterno? La discussione è in corso.

In cantiere, fanno sapere da FC, ci sono provvedimenti quali l’ampliamento del Monterisi e la costruzione della casa dell’immigrato a Tre Titoli. Non è da escludere che da giovedì si potrà dar battaglia su ogni provvedimento.

Michele Cirulli

 

 

 


Commenti 

 
+14 # Patrizio Luglio 2017-06-06 12:31
Federazione farete la figura di quelli che dopo avere incontrato i grandi elettori della cicogna come li chiama cicoglione abbasserete testa e rimarrete senza arte ne parte.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+11 # Pappardella 2017-06-06 12:57
Staccate la spina e basta, Incapaci e affaristi per natura, Ale proprio tu poi, da ragazzo di periferia ai squallidi giochi politici che vi hanno fatto ottenere cosa?? Ti ha imparato bene il tuo maestro padrone ti tiene proprio al guinzaglio...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+11 # Rino Pezzato 2017-06-06 13:08
Mi rimetto nelle mani del mio Sindaco.
Che devo fare maestro?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-11 # Ale Frisano 2017-06-06 13:11
Forza Metta!!! #finoallafine
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+14 # GINO 2017-06-06 13:49
Sono molto meno di dilettanti allo sbaraglio. Non appena Metta mostra i denti si ritirano tutti in buon ordine erinfoderano le spade. Non hanno il coraggio di spingersi oltre. Sanno bene che se Metta decide di dimettersi loro vanno a casa e in Consiglio Comunale non metteranno più piede. Sono dei pupazzi dal primo all'ultimo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+9 # Fermino Trotti 2017-06-06 13:57
Néééééé, pure Paparella si è accorto che cicognino è mascherato. L'uomo mascherato Baresi è cicognino e vediamo se ora riescono a scoprire chi è il furbacchione che si palesa sotto mentite spoglie (che quello uno è).
Mi fa piacere che l'ag"GIUNTA", tardi, ma proprio tardi, però ogni tanto arriva!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-10 # Franco Menta 2017-06-06 14:29
Boia chi molla, fino alla fine!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+12 # Pinocchio 2017-06-06 14:38
FC, non aspetta nemmeno il sette. Daranno l'appoggio al Sindaco e ok al bilancio non per onestà verso la città ma per conservare tutti i loro privilegi. I chiaccr raccontatele ai vostri amici. Non vi crede più nessuno. Se siete onesti staccate la spina
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+7 # Lucignolo 2017-06-06 16:20
Poi che dobbiamo faVE? Meno male che OVA alziamo la mano e VaVoriamo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+14 # Ultimo 2017-06-06 15:05
FC, se vogliono ancora un futuro nella politica cittadina hanno oggi un'opportunita' unica: mandare a casa il nostro peggior sindaco. Aspettiamo un sussulto di orgoglio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+11 # Monica 2017-06-06 15:26
Papare', hai paura di perdere lo stipendio?
Che figura di m...a!
Vergognatevi Paparella, Cioffi, Specchio e Limotta, la vostra parola conta quanto un preservativo usato.
Fatevene una ragione: nella vita ci sono uomini, mezzi uomini e ominicchi.
Voi, i quale categoria vi identificate?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+9 # Ultimo 2017-06-06 15:29
Davvero crediamo che gli attuali membri della maggioranza abbiano gli attributi per sfiduciare il Sindaco? Scherziamo? Stiamo parlando di personaggi quali Paparella, Limotta, Specchio, Cioffi, Lapiccirella ecc.... improvvisati politici dell'ultim'ora che mai lascerebbero la poltroncina sulla quale siedono. Hanno già fatto un passo indietro. Signori, il Sindaco a questa gente l'ha misurata bene e gli tiene stretti in pugno. Loro possono solo urlare a vanvera, sbraitare fin quando Metta glielo consente, senza raggiungere alcun risultato. Si accontentano di poco, sono fatti così. Appoggio esterno, siete ridicoli.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+5 # LAPICCIRELLA 2017-06-07 11:04
RETTIFICHI, LAPICCIRELLA NON FA PARTE DEL GRUPPO DI FEDERAZIONE CIVICA, NON FA PARTE DI NESSUN GRUPPO è INDIPENDENTE, NON HA ALCUNA POLTRONA E FA OPPOSIZIONE INTERNA ALLA MAGGIORANZA E OGGI NON VOTERà IL BILANCIO!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # Prisani 2017-06-06 16:15
Avva avvavva avva va va va avvavvá VEVVEVAZZIONE VIVVIVVA VA I VAVVI
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+8 # Lionello 2017-06-06 16:16
Che succede? Non so niente
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+11 # NINUCCIO 2017-06-06 16:18
PAPARE' CHE FGUR DE MERD CA STE FACENN TU E QUEDD 4 SCM CA T PURT APPRISS. U SE METT QUANN N VOL D T E QUEDD 4 SCM. ATTANT GOV UCCHE VEVL, TU SI NU PURTM A PASC.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+9 # DIOCLEZIANO 2017-06-06 16:58
QUAQUARAQUA'
SPARAQUAGLIE
SENZA DIGNITA'
QUANTO VALE LA TUA PAROLA?
GUARDA NEGLI OCCHI I TUOI FIGLI E METTI LA TESTA NEL CESSO.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
0 # U piccion d sort 2017-06-07 13:18
Ma che cazz di mbriacon?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+2 # GINO 2017-06-07 14:28
Metta dice la giunta non si tocca. Papa della risponde che va benissimo. Si sono cacati letteralmente addosso. Papa della e company semplicemente pietosi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Altre Notizie