Metta al bivio: a casa subito o la resa dei conti in consiglio?

Grida, recriminazioni, attacchi frontali e perfino un tentativo di sediata: poi l’annuncio delle dimissioni, tra l’altro già firmate ma ancora non presentate ufficialmente. La riunione interna alla maggioranza tenutasi ieri è stata un disastro, perché Franco Metta ha dovuto fare i conti con gli appetiti diffusi nei gruppi che lo sostengono.

 

Da una parte le aspirazioni di Federazione Civica, con la nuova leadership di Leonardo Paparella, intenzionata a dare una sterzata all’attività amministrativa in concomitanza col giro di boa, anche se questo potrà voler dire  rinunciare a un proprio assessore (Pezzano?) per raggiungere lo spacchettamento del terzo piano; dall’altra parte la Cicogna fa squadra su un nome (Lepore?) per sostituire proprio Leonardo Paparella alla presidenza del consiglio. Di mezzo richieste di visibilità, promesse da mantenere e tanto caos.

Così Franco Metta ha annunciato ai suoi di voler staccare la spina dichiarando di non voler sottostare ai diktat delle correnti. Certo, qualora dovesse ufficializzare le dimissioni (ipotesi che potrebbe tra l’altro non verificarsi), Metta avrebbe ulteriori 20 giorni per decidere se ritornare in sella o lasciare Palazzo di Città nelle mani di un commissario prefettizio. E se non ci fosse stata la scadenza imposta dalla Prefettura di Foggia sull’approvazione del bilancio consuntivo, uno di quei provvedimenti per i quali si applica la logica del “dentro” o “a casa”, il primo cittadino avrebbe dato seguito a quello che, fino ad ora, sembra essere uno sfogo, più che una volontà. Il Prefetto Maria Tirone è stata chiara: o si vota il bilancio in 20 giorni o si va a casa. Dunque, per ripensamenti o dimissioni ci sarebbe poco spazio. Anche perché in quel caso si potrebbe andare a casa per davvero, senza attendismo strategico.

Anche a febbraio scorso, allo stesso modo, Metta minacciò le dimissioni, salvo cambiare idea dopo 24 ore. Definendo allora, però, un assioma che sembra calzare anche per il prossimo 7 giugno, quando il consiglio comunale sarà chiamato ad esprimersi sul rendiconto di gestione: “Quando e se mi vorrò dimettere andrò in consiglio comunale e lo comunicherò alla mia assemblea di riferimento”.

E domani, con la seconda convocazione del consiglio comunale alle ore 18:00, Metta potrebbe sfidare chi ha chiesto la rivisitazione di giunta, come il gruppo di Federazione Civica a cui sono venuti meno sia Rino Pezzano che Ale Frisani (rimangono invece Paparella, Limotta, Specchio, Cioffi). In quell’occasione potrebbe verificarsi dunque il braccio di ferro tra il sindaco ed il presidente del consiglio, anche se FC non ha mai manifestato la volontà di far cadere amministrazione comunale. Piuttosto, di rimodellarla sostituendone alcuni interpreti.

Dunque il consiglio comunale del 7 giugno potrebbe non prevedere sorprese di sorta: il bilancio passerà a maggioranza e ogni discorso verrà rimandato a dopo il voto.  A meno che, e questa sarebbe la novità, Paparella e i suoi non cambino idea e decidano inaspettatamente di mandare Metta a casa.

 

 

 


Commenti 

 
-15 # Cicognino 2017-06-06 06:51
Il Sindaco non sarà mandato a casa da nessuno, perché il Comune è la Sua casa.
Mercoledì si approva il bilancio e si continua per altri tre anni.
Il dolore di pancia di qualcuno è immediatamente sparito grazie all'intervento dei nostri grandi elettori che hanno ricordato a tutti gli impegni presi con loro per gli enormi sacrifici (anche economici)fatti in campagna elettorale.
Tra una settimana, ricorre il secondo anniversario del trionfo del 2015....propongo al Sindaco e agli altri amici di fare diventare storica questa data, organizzando una festa dell'unità del Cambiamento.
Sarebbe bello tornare a ridere e scherzare tutti insieme come ai bei tempi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+12 # Sacc 2017-06-06 07:16
Questa volta devo concordare con te. Boia chi molla prima del 6 Lotto. Con quello si possono cambiare molte vite se non si finisce in cella prima.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+7 # hahahahaha 2017-06-06 08:58
HAHAHAHAHAHAHA CHE SIMPATICO E PURE IRONICOOOOOO

LA FESTA DELL'UNITA' ....
DEL CAMBIAMENTO!!!!!

HAHAHAHAHA
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+6 # tsunami tour!!! 2017-06-06 19:19
Cicognino si...si festeggia pure.....inizia a metterti a 90° cosi ti fanno un bel servizio i tuoi grandi elettori....sei un grande leccaculo.......vergognati.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+11 # IL RIVOLUZIONARIO 2017-06-06 07:47
NOTO, ANCORA UNA VOLTA, CHE IL CICOGNINO E' BEN INFORMATO SULLO STATO DELL'ARTE POLITICO DELLA MAGGIORANZA, MI VIENE IL SOSPETTO, ABBASTANZA FONDATO, CHE LUI FORSE FA PARTE DI QUELLA SCHIERA DI " GRANDI ELETTORI " CHE TANTO PESO HANNO NELL'INDIRIZZARE LE SCELTE AMMINISTRATIVE CHE TANTO STANNO INCIDENDO NELLA VITA ECONOMICA DI QUESTA CITTA'.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-6 # Ciaridd 2017-06-06 08:47
Chiunque pensi che Metta si di-Metta, è un povero illuso. L'accordo è: 2015-2020 la Città in mano a Metta, 2020-2025 la città in bocca alla Gentile.

So tutt na crocchia...
E voi che andate pure a votarli...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+6 # Cerignolano fastdius 2017-06-06 15:34
Cicognino, non importa se lascia o non lascia, tanto quando finirà, dovrà scappare di notte, anzi dovrai scappare di notte che prenderai tanti di quelle sberle che nemmeno i tuoi parenti ti riconosceranno
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-10 # Cicognino 2017-06-07 06:40
Ho letto alcuni passaggi del discorso politico che, oggi, farà il Sindaco in Consiglio comunale prima della votazione del bilancio.
Mi sono commosso e sono certo che le sue parole toccheranno le corde dell'anima di tutti i presenti.
Martin Luter King cambiò il corso della storia con il celebre "I have a dream".... Oggi il Sindaco Metta cambierà la storia di Cerignola con le Sue nobili parole.
Non mancate cittadini.....oggi alle 18.00, tutta la città deve essere in aula consiliare ad ascoltare il suo Sindaco.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-9 # Siffredi 2017-06-07 13:30
Lunga vita al nostro condottiero! Metta come Cesare Augusto. Un grande Leade, un illustre cerignolano già entrato nella storia di questa città.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Altre Notizie