"Tutta colpa di Peppino". Il dramma in casa Gentile

Tutta colpa di Peppino. Ma, si sa, al cuor non si comanda. Prima gli ammiccamenti al vendoliano Dario Stefàno, poi la dichiarazione di sostegno a Michele Emiliano nel giro delle 12 ore successive sono il sintomo della confusione di Elena Gentile sul suo futuro politico.

 

E a scombinare i piani dell’eurodeputata sarebbe stato proprio suo marito, Peppino Tavoliere, che l’avrebbe indirizzata verso Bruxelles facendole prendere una strada non proprio gradita. Sarebbe stata proprio la Gentile in persona a confidarlo ad uno dei suoi collaboratori in una chiacchierata in libertà subito dopo le elezioni provinciali. “Ho fatto un errore ad andare a Bruxelles, anche perché mi avevano assicurato che sarei rimasta in carica da assessore almeno fino al 31 dicembre. Invece, una volta eletta, a luglio ho dovuto lasciare la delega alla sanità”, avrebbe detto la pasionaria dem. L’artefice del piano per conquistare il partito Democratico di Foggia pur governando dal Parlamento Europeo sarebbe stato proprio suo marito che l’ha invitata a scegliere l’opzione della certezza dell’elezioni europea rispetto all’ignoto delle conseguenze dell’arrivo di Emiliano in provincia di Foggia e di una parte consistente del partito che avrebbe voluto la sua testa. Nello sfogo anche una parziale delusione per Pippo Civati, suo referente nazionale che avrebbe esaurito la carica “de sinistra”, vittima dell’isolamento renziano.

Fatto sta che Elena non l’avrebbe presa affatto bene, tanto da definire quella mossa un vero e proprio “errore”. Anche perché, dal 1°luglio, la sua influenza sul territorio sembra essere svanita di colpo e la sua strategia politica sembra essere annebbiata dai fumi del sigaro toscano della sua dolce metà. Il pranzo con l’ex sindaco di Bari sarebbe stato più un cessate il fuoco, in attesa di riposizionarsi, che un accordo politico vero e proprio. Anche perché, nel colloquio con contorno di pesce crudo, la Gentile avrebbe espressamente sciorinato la lista di proscrizione con i nominativi dei suoi nuovi tre nemici: Sergio Clemente, Leo Di Gioia e Rita Saraò. Il primo, al quale era legato con un patto di ferro, ha preferito una santa alleanza con Salvatore Mangiacotti e Ivan Scalfarotto e punta in Regione rispondendo a nuovi patti e a nuove suggestioni politiche.

Ed è l’avversione al nuovo uomo del sottogretario che ha dettato i termini della pace armata con il segretario provinciale Raffaele Piemontese e la sua truppa. Leo Di Gioia, ex collega e seconda sentinella vendoliana nella provincia di Foggia, ha trovato più di un’antipatia tra i dem irrobustendo il fronte degli anti-trasformisti, considerato il passato multicolor dell’attuale assessore al bilancio della Giunta regionale. Infine la Saraò, alla quale Elena non ha mai perdonato la disobbedienza in occasione delle comunali foggiane, quando la referente delle Donne in rete ha deciso di non sostenere il sindaco uscente Gianni Mongelli. Ed è per questo che ora Gentile si ritrova a dover rincorrere tutti e maledice il giorno in cui ha accettato la candidatura alle competizioni europee. Il flemmatico Peppino ne avrà di spunti su cui riflettere, confortato dai fumi dell’inseparabile sigaro toscano, oggetto prezioso nelle notti pensose in cui elabora strategie politiche per la sua amata Elena.

Michele Cirulli

 


Commenti 

 
+12 # Osservatore Romano 2014-11-03 18:55
Tutte le dittature cadono a causa di un errore. Ci siamo Elena. manca poco!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-10 # FDS 2014-11-04 07:25
Lo avevo promesso ai miei seguaci e l'ho fatto.
Cerignola adesso e' mia.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+6 # Disanto Sindaco 2014-11-04 07:57
Citazione FDS:
Lo avevo promesso ai miei seguaci e l'ho fatto.
Cerignola adesso e' mia.

Sei proprio un perditempo,convinto. Ora sappiamo che siamo ancora più forti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+6 # paola 2014-11-04 10:09
Citazione FDS:
Lo avevo promesso ai miei seguaci e l'ho fatto.
Cerignola adesso e' mia.

Non ti impegnare troppo, perche' perderai, come tutti quelli che sono convinti gia' di vincere.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+2 # di sinistra 2014-11-05 16:30
Citazione FDS:
Lo avevo promesso ai miei seguaci e l'ho fatto.
Cerignola adesso e' mia.

Gentile Redazione, la censura é sempre un attonegativo. Perchè quando si fa riferimento in negativo a qualcuno oppure si fanno allusioni, con falsi nick name (ad es. FDS), come per il commento in citazione, non si censura? Il rispetto é anche la libertà di opinione e di pari trattamento. Grazie per l'attenzione e buon lavoro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+5 # tutto a dio che il resto... 2014-11-04 13:39
il vero problema è quello della identità. per intendersi della CGIL di Di Vittorio . Ha preso i voti mettendo la casacca di Civati a sinistra ed ora per calcolo politico vota Renzi ed il renziano Emiliano. E le manganellate ai lavoratori ? Dove le mettiamo? Come farà a chiedere ai lavoratori di tradire il fondatore del più grande sindacato della sinistra? Di Vittorio si girerà nella tomba e non avrà più pace ! Tavoliere non c'entra niente . Il potere acceca e chi teme di perderlo va in crisi di astinenza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-7 # Correttezza pari a 0! 2014-11-04 14:06
CIRULLI, SONO COSE INTIME! NON MI SEMBRA AFFATTO IL CASO DI RENDERE PUBBLICA UNA COSA INTIMA!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+7 # ahahahahah 2014-11-04 18:23
Citazione Correttezza pari a 0!:
SONO COSE INTIME!


Ahahahahahahahahahaha!
È bello vedere che ce ancora gente che se la difende
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
-1 # di sinistra 2014-11-05 12:44
X X X X censurato X X X X

Marchiodoc.it è di tutti a patto che tutti rispettino le regole. Non è consentito, ad esempio, andare sistematicamente OFF TOPIC - sfociando nello spam- postando a ripetizione messaggi elettorali che nulla hanno a che vedere con l'articolo postato. Da oggi saranno cancellati tutti i commenti deliberamente off topic. Questo spazio serve per dibattere del tema trattato nel post, il resto è Off topic. Anche internet ha le sue regole. Rispettiamole. Grazie

Marchiodoc.it
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+4 # Nostradamus 2014-11-05 16:37
l'accordo del "pesce crudo" o dei "200 Kg" (come lo ha definito la stessa Gentile) non è altro che questo : un assessorato al suo candidato (capito chi è...? Un cerignolano del centrodestra che è stato inserito nella lista di Emiliano su Gentile richiesta )così può curare i suoi interessi sul territorio foggiano ; il comune di Cerignola alla lista civica amica di Emiliano ( Cicogna) ( basta mettere un candidato debole del PD) così si completa il fallimento della segreteria provinciale (persi tutti i comuni : Foggia, San Severo, Lucera, Orta Nova ed infine Cerignola) ) dove cadranno le teste e che sarà occupata dai renziani ( Scalfarotto e Co. ) con vendetta (tremenda vendetta!!!) sui manfredoniani ( On. Bordo , Paolo Campo e Colomba Mongiello) rei dello sgambetto alle parlamentari dell'anno scorso.E possibilità di rientro in gioco al Parlamento nazionale. Nessun errore di calcolo. Povero Tavoliere, che non c'entra proprio niente con tutto questo !!! E poveri Minervini e Stefàno !
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+2 # cicciobello 2014-11-05 20:31
CONCORDO CON NOSTRADAMUS. ORMAI E' SCOPPIATA LA PACE TRA "LENUCCIA" E FRANCO METTA. AVETE NOTATO CHE NON CI SONO PIU'DA UN PO' DI TEMPO I COMMENTI ACIDI E CATTIVI NEI CONFRONTI DI METTA? STANNO DIVENTANDO LE DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA. POVERA CERIGNOLA ! CHISSA' "I CATTOLICI" E L'ELETTORATO MODERATO COME LA PRENDERANNO! IO SO DOVE LA PRENDERANNO...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+2 # la madama 2014-11-05 23:41
Ragazzi la gentile ha vinto alle europee grazie a Emiliano. Quindi se Emiliano vincerà alle prossime elezioni per Lei sarà la fine. Secondo voi chi appoggerà la gentile alle primarie del 29 novembre. Cara gentile nella vita non è difficile arrivare in alto ma restarci. Il tuo errore più grande nella vita politica si chiama tavoliere.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Altre Notizie