Gallo, Palladino, Reddavide: i sacrificati del Pdl?

Il Pdl rimescola tutte le carte. Non solo per permettere al GAM di sedersi sugli scranni che contano, ma per un turn over interno qualora le deleghe di Gallo e Palladino non vengano riconfermate.

 

Quindi, come si vocifera, con le deleghe all’ambiente dirottate verso il Gruppo Autonomo di Maggioranza, Stefano Palladino sembra aver già fatto la valigia pronto per tornare a dirigere a tempo pieno la banca di cui è direttore; stessa sorte potrebbe toccare a Pasquale Gallo, titolare del Bilancio, se la delega venisse traslata su altri assessori. Si liberano quindi due assessorati nel Pdl vicini alla corrente Vitullo-Casarella-Di Stefano – Bombino, quelli che una volta erano ruocchiani: al loro posto, fanno sapere da banchi di maggioranza, c’è ancora stretto riserbo se non verranno espresse dal sindaco le nuove deleghe da attribuire in esecutivo.

Quasi come un dogma, Francesco De Cosmo rimane inamovibile e, come sostengono in molti, anche con delega invariata all’urbanistica; mentre il Gam pensa a Martiradonna come assessore all’ambiente, verde pubblico e manutenzioni. L’Udcap prenderebbe l’assessorato di Udc ai lavori pubblici e pare stia mettendo in discussione anche il ruolo dell’assessore alle attività produttive Michele Romano, mentre Franco Reddavide si dice pronto a lasciare  il comando della sicurezza qualora il passo sia inevitabile per scongiurare la caduta di Antonio Giannatempo. E' fuori, ad oggi, l'Udc di Marcello Moccia, fazione che alle scorse amministrative aveva contato il 12% delle preferenze risultando determinante per la vittoria del ginecologo su Berardino Tonti del Pd, e poi è stata dilaniata dall'emorragia verso la neonata corrente Udcap, che ha ridotto ai minimi termini il partito di Casini a Cerignola.

Nonostante le promesse di accelerare sui tempi di risoluzione, il primo cittadino continua a mostrarsi attendista risultando soporifero anche per le opposizioni più cruente che, ormai, della crisi amministrativa neanche parlano più. Non è un mistero, forse, che se cadesse oggi il governo Giannatempo, né la Cicogna e né il PD (i cui esponenti lo hanno dichiarato pubblicamente) non sarebbero pronti a prendere le redini della città. La crisi, dunque, giova anche alle opposizioni.

Commenti 

 
0 # Gaetano 2012-05-05 16:34
Ma non dite schicchezze.
Quelli del GAM sono persone serie e dignitose e mai accetteranno assessorati in cambio di quello che giustamente hanno sempre chiesto e cioè azzeramento totale della giunta, azzeramento dei dirigenti e obbligo di pregiunta.
Dopo tutto, loro attraverso Netti e Laguardia hanno sempre sostenuto questa tesi.
Non ci saranno assessorati che tengano.
E poi è risaputo l'astio che i quattro nutrono nei confronti di De Cosmo, come potrebbero mai convivere?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+1 # Michele 2012-05-05 16:43
Gaetano, con affetto te lo dico, o pappl.
Per Michele Cirulli: Gallo si chiama Nicola. Non vedere che lo chiamano Lillino, non c'entra niente
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Marchiodoc.it si riserva di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che siano illeciti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili; che contengano promozioni relative a religioni o sette, movimenti terroristici o estremistici e contenuti ispirati da fanatismo, razzismo, odio o irriverenza; che possano arrecare danno, in qualsivoglia modo, a minori d’età; che forniscano informazioni riservate, confidenziali anche apprese in forza di un rapporto di lavoro o di un patto di riservatezza; che contengano dati personali o numeri telefonici propri e di terzi; che siano lesivi di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti; che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e più in generale che utilizzino i messaggi a scopo commerciale (promozione, sponsorizzazione e vendita di prodotti e servizi); che comunichino utilizzando messaggi in codice; che utilizzino un linguaggio scurrile o blasfemo.
I contenuti dei singoli commenti del blog rappresentano il punto di vista dell’autore, che se ne assume tutte le responsabilità assolvendo Marchiodoc.it da qualsiasi responsabilità. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio saranno rimossi.
Il sito si riserva di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.
I contenuti dei singoli post del blog rappresentano il punto di vista dell’autore.
Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza dei post non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
L’utilizzo dei testi e delle immagini contenuti in questo blog è soggetto alla normativa italiana sul diritto d’autore. È possibile pubblicare e redistribuire testi e immagini citandone la fonte.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Altre Notizie

Articoli correlati